Utente 102XXX
Pregiatissimo Dottore, volevo cortesemente chiedere un Suo esimio parere in merito al mio problema.
Sono una donna di 60 anni, alta 1,60 - 57 chili di peso.
Sono sempre stata una persona molto attiva, da cinque anni in pensione (ero impiegata), da tre anni giornalmente faccio attività fisica per circa 90 minuti (circa 8 km. di passeggiata a passo veloce) e due volte la settimana in palestra (ginnastica aerobica).
Da 9 anni circa sono in cura per una ipertensione border line con Atenol (1/2 compressa die la sera) e Delapride il mattino (1cp,1/2 il periodo estivo).Risulto ben compensata in quanto ora la mia pressione è 120/80.
Ho sempre avuto la tendenza ad avere il colesterolo alto, proprio per questo motivo alla dieta ho associato anche il movimento.
Dopo un anno ho rifatto gli esami di ruotine, ed il risultato è stato il seguente:
Col.tot. 290 (2007: 247)
HDL 60
LDL 185 (2007: 160)
Trigl.100
Glicemia 93
Proteina Creattiva 0,09
Non elenco i rimanenti perchè sono tutti nella norma, ho voluto solo evidenziare la glicemia per farle sapere che non c'è diabete e la proteina C reattiva perchè sembra non cia sofferenza al cuore.
Ho fatto anche l'ecocolordopler sia alla carotide che agli arti inferiori
che ha evidenziato:
"placca fibrocalcifica non stenosante all'origine carotide interna di sx.Pervie le vertebrali, con flussi regolari.Assi arteriori iliaco femorali poplitei tibiali pervi con flussi regolari".
Il precedente esame, dell'ottobre 2007 era il seguente "vasi carotidei regolari per calibro, decorso,ecostruttura di parete e velocimetria.
IMT dx=sin.=0,6mm.Vertebre pervie, succlavie pervie, con normale flusso trifasico".
Il mio medico di base non ha ritenuto di iniziare una terapia farmacologica per la dislipidemia, rimandando a settembre, in occasione dell'ecocolordopller cardiaco, solo se si evidenziasse una sofferenza cardiaca,eventuali terapie.
Il mio timore è che in famiglia, da parte di madre, sia la nonna che la mamma entrambe hanno avuto l'arteriosclerosi e la mamma anche l'ipertensione, motivo di paresi e invalidità e successiva morte.
Io so di aver abusato un po' troppo di carboidrati e qualche formaggio in questo ultimo anno (più che altro dolci), per il resto la mia alimentazione abbonda di frutta e verdura, legumi e poca carne. Vedrò di integrare più pesce e meno carboidrati.
Gradirei sapere cosa ne pensa e conoscere il rapporto rischi/benefici di una eventuale terapia.
Ringrazio per la disponibilità e la cortesia nel dedicarmi il Suo tempo.
Cordiali e doverosi saluti
Edda48

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il suo approccio dietetico è corretto e va valutato ad almeno un mese on la ripetizione del profilo lipidico. In assenza di risultati, ovviamente visto comunque il suo profilo di rischio va effettuata terapia farmacologica.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Martino, La ringrazio per la Sua sollecita e cortese risposta: sto attuando una dieta ferrea che, voglio sperare, darà i suoi risultati!
La mia meta è raggiungere il dato del 2007.. sono un tipo costante e cocciuto:ce la metterò tutta!
Nuovamente grazie e un augurio di buon lavoro a Lei!
Cordialmente
Edda48
[#3] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Pregiatissimo Dottore,
sono di nuovo qua, con i miei esami rivisti e corretti.
Ad aprile, ho fatto un primo controllo con questi risultati:
col. tot. 247
trigl. 98
HDL
[#4] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore, mi scuso perchè devo aver battuto qualche tasto errato ed è partito il messaggio incompleto.
Volevo solamente comunicarLe che, dopo un netto miglioramento del mio assetto lipidico ad aprile, i dati degli esami fatti la scorsa settimana sono questi:
col.tot. 202
trigl. 88
HDL 51
LDL 136
Come può constatare, la dieta che è stata improntata e che penso seguirò sempre in quanto mangio a sazietà cereali integrali, legumi,pesce,molta frutta e verdura e saltuariamente carne bianca,ha prodotto i suoi effetti tanto che sono scesa a 52 chili, pure la pressione è diminuita e ho dovuto escludere una pastiglia (ora prendo solo 1/2 Atenololo mattina e sera).
Resto sempre in attesa dell'ecocolordoppler che eseguiro' ad ottobre ma ora sono molto più serena:sono convinta che al controllo della mia placca carotide sx forse forse sarà diminuita....che ne pensa????
La saluto cordialmente e La ringrazio.
[#5] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore, scusi se intervengo nuovamente ma non sono stata chiara sulla cura attuale dell'ipertensione: Atenololo è 1/2 compressa die: 1/4 la mattina e 1/4 la sera.
Tanto Le dovevo per correttezza.
Cordialità
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Continui così e resti sotto controllo medico, i risultati ottenuti sono certamente molto incoraggianti.
[#7] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Martino,
La ringrazio per la Sua cortese e incoraggiante risposta:
continuerò su questa strada che mi da' solo gratificazioni, anche a livello di palato.
Mangiare cereali integrali è realmente piacevole, come pure provvedere a farmi il pane di segale o di farro/avena senza sale: i dolci e/o i formaggi che ho eliminato non mi mancano ne' mi attirano più.
Se non La disturbo, quando faro' l'ecocolordoppler ad ottobre e nel contempo ripeterò l'assetto lipidico, vorrei tenerLa informata.
Un grazie ed un saluto cordiale.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Mi tenga pure informato.Saluti
[#9] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Martino,
come d'accordo, Le comunico i dati conclusivi del mio ecocardiogramma:
"normali dimensioni, spessori parietali e cinetica ventricolari. Lieve insufficiente mitralica.Aorta indenne.Lieve insufficienza tricuspidale con PAP normale."
Il mio medico di base mi ha prescritto Cardioaspirin 100 mg. da prendere una al giorno, dopo aver pranzato, per mantenere la fluidità sanguigna.
Volevo ripetere l'assetto lipidico ma mi ha consigliato di rifarlo a febbraio: cosa ne dice?
Ho ripreso la terapia antiipertensiva invernale(1/2 Atenol + 1 Delapride die) ed io continuo lo stile di vita che ha dato i risultati di cui Lei ben sa.
A febbraio ripeterò nuovamente l'ecocolordoppler alle carotidi per seguire l'evoluzione della mia placca alla carotide interna sx., spero che sia rimasto invariato e non Le nascondo che vorrei tantissimo fosse regredito!
La ringrazio per il tempo che mi dedicherà.
Un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Continui la terapia in atto, l'esame ecocardiografico non evidenzia particolari problemi.
Saluti