Utente 102XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 21 che soffre da molti anni (fin dalla prima pubertà) di ginecomastia bilaterale. Nella prima fase, 4-5 anni fà, pensavo fosse maggiormente dovuta ad un accumulo adiposo e solo in piccola parte a tessuto ghiandolare troppo sviluppato. Da lì ad oggi ho perso 10-15 kg (non ero obeso, ma leggermente in sovrappeso) e ad oggi mi ritrovo nello stato di pesoforma e sto bene fisicamente, se non per questo problema. All'epoca il pediatra che mi seguiva già per altri problemi (ebbi da bambino una meningoencefalite virale) mi fece assumere x circa 2 anni per via cutanea "Androgel testosterone 50 mg", ottenendo minimi risultati. Adesso faccio palestra e non ho più tessuto adiposo ma a nulla serve quest'ultima contro l'imbarazzante gonfione e dimensione dei miei capezzoli dovuti allo sviluppo ghiandolare (constatabile già al tatto); sono arrivato alla conclusione di voler ricorrere chirurgicamente, ma ho paura di imbattermi in qualche chirurgo incompetente conoscendo già l'esperienza di mio fratello che anni fà si operò per lo stesso problema e ad oggi si ritrova due fosse al petto inguardabili più di quanto lo fosse la ginecomastia prima. Vi chiedo se potete indirizzarmi a qualche collega che abbia una certa "mano" con questo tipo di interventi perchè qui da me non saprei a chi rivolgermi (Abito in provincia di Salerno)...ripeto fate il possibile, non vorrei finire ridotto come mio fratello. Grazie mille e scusate per l'essermi così prolungato oltre.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

dopo avere letto

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42900

riposti la sua richiesta in area

CHIRURGIA PLASTICA