Utente 406XXX
gent. dottore
ho effettuato per la prima volta una ecocardiografia per pura prevenzione, avendo 42 anni e facendo sport regolarmente 3 volta alla settimana (palestra più corsa). Questo il risultato:
DIAGNOSI: lieve dilatazione bulbo aortico, minimo atteggiamento al prolasso mitralico senza insufficienza associata

DEFINIZIONE FUNZIONALE: atrio sn di normale dimensioni. Ventricolo sn di dimensioni ai limiti superiori della norma con normale funzione sistolica complessiva e regionale e massa miocardica ai limiti superiori della norma (VTD 69 ml/m2, FE 70% M/V 1.15).
Lieve dilatazione bulbo aortico (39 mm), valvola aortica tricuspide con normale apertura. Minimo atteggiamento al prolasso dei lembi mitralici. Sezioni destre nei limiti. Non versamento pericardico. COLORDOPPLER: MITRALE: A>E
TRICUSPIDE: reflusso +-/4 PAPs<30 mmHg.
POLMONARE: reflusso +-/4.
Non evidenziati segni di shunt.
Volevo sapere, se possibile, un vostro giudizio. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le minime alterazioni segnalate dal referto ecocardigrafico non compromettono l'attività cardiaca nè inficiano la sua attività sportiva. Sono alterazioni che vanno certamente controllate a distanza con un controllo ecocardiografico nonchè con visita cardiologica per una vlutazione pressoria. Non ultimo, vista la sua intensa attività sportiva è sempre opportuno effettuare un test da sforzo.
Saluti