Utente 149XXX
Buongiorno, ho 31 anni e da un anno sto cercando una gravidanza. Il mio ginecologo mi ha richiesto tra i vari esami (dosaggi ormonali, spermiogramma) il tampone vaginale che è risultato positivo al Mycoplasma urealyticum (u.f.c./ml > 10^4). Mi ha ordinato una cura antibiotica con Bassado 100 sia per me che per mio marito. Mi ha detto che questa infezione potrebbe essere la causa alla mia "infertilità" in quanto tutti gli altri esami effettuati hanno rilevato dei buonissimi valori. La mia paura è che questa infezione non venga eliminata con l'antibiotico. Devo rifare il tampone a breve? Quali altri esami mi consiglia di fare?
La ringrazio anticipatamente per l'attenzione che mi dedicherà.
Monica
[#1] dopo  
Dr.ssa Monica Calcagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
CARA SIGNORA,
LE CONFERMO CHE L'INFEZIONE CHE HA POTREBBE AVER CREATO PROBLEMI. PER ESSERE CERTI DI AVERLA DEBELLATA E' SUFFICIENTE CHE LEI ESEGUA UN TAMPONE VAGINALE E SUO MARITO UN TAMPONE URETRALE DOPO 15 GG DALLA FINE DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA.
CORDIALI SALUTI
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dottoressa,
come da suo consiglio, ho rifatto il tampone vaginale. Questo il nuovo responso:
Esame microscopico: alcuni cocchi gram positivi, parecchi leucociti;
Tampone vaginale: 1° isolamento: streptococco agalactiae B (u.f.c./ml ++).
Mio marito non ha ancora effettuato il tampone uretrale in quanto il mio ginecologo ha preferito far rifare prima il tampone a me.
Che significa l'esito dell'esame? Sono abbastanza affranta in quanto pensavo che dopo la cura non ci fossero altri "problemi". Potremmo mai avere un figlio?
Grazie ancora per la Sua disponibilità.

Monica