Utente 990XXX
Salve , io ho 29 anni e da quando sono nata soffro di un prolasso mitralico con un modesto rigurgito, l'ultimo ecocardio l'ho fatto lo scorso anno e il cardiologo mi ha detto che il rigurgito e irrisorio, io pero' avverto spesso delle perdite dei battiti, non ho mai fatto l'ecg sotto sforzo poiche' io non pratico sport e il cardiologo mi ha detto che non era necessario....
Ultimamente dopo unos forzo spesso mi capita di perdere dei colpi al cuore, e inoltre mi capita a volte senza sforzi, in una situazione di piena tranquillita' di avere proprio una aritmia( io la definisco cosi', ma non so se è veramente un'aritmia) mi accelera il battito e perdo i colpi, mi dura non piu' di 5 minuti per poi tronare nella normalita'.questo ad esempio mi e' capitato quando ero in attesa in una profumeria.quindi senza sforzi.ho fatto in passato tanti holter ma non hanno evidenziato nulla di che, io ho paura che queste aritmie siano maligne, secondo voi e' necessario che io intraprenda una terapia con betabloccante? c'è la possibilita' che queste aritmie siano maligne?grazie mille, sono molto preoccupata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il prolasso valvolare mitralico spesso si accompagna alla comparsa di extrasistolia, quasi sempre benigna, il cui monitoraggio avviene tramite Holter ECG e test da sforzo. Solo con tali esami si può escludere o meno la necessità di una eventuale terapia farmacologica.
Saluti