Utente 102XXX
SALVE,SONO UNA RAGAZZA DI 30 ANNI, E SEI MESI FA HO FATTO UN ECOCOLORDOPPLR:
Circolo venoso profondo pervio lateralmente,con pareti elastiche e ben compressibili e flussi in fase con il respiro.
Assenza di trombi recenti o loro esiti.Vene gemellari apparentemente pervie.Assenza di incontinenza valvolare profonda ale manovre di compressione/decompressione manuali ed alla manovra di valsalva.Ostio safeno femorale destro poco dilatato ma incontinente.Ostio safeno femorale sinistro poco dilatato ma incontinente.L'incontinenza si estende al tronco safenico fino al terzo inferiore della coscia bilateralmente.Ostio safeno popliteo destro non dilatato e continente.Ostio safeno popliteo sinistro non dilatato e continente..assenza di vene perforanti incontinenti.assenza di trombosi del circolo venoso superficiale.Alcuni giorni fa mi sono sottoposta ad una visita privata(visto che il mio medico di base,non ha ritenuto che io facessi nulla,nemmeno usare una calza elastica).Lo specialista mi ha visitata, e mi ha prescritto una cura da fare per 20gg per due mesi,l'uso della calza elastica 70/den 12mm/hg e poi mi ha consigliato una cura sclerosante.Innanzitutto chiedo
una vostra opinione sul referto con spiegazioni più semplici;poi,visto che sto pensando ad una prossima gravidanza,se io mi sottopongo ad una terapia sclerosante (es. marzo e la interrompo a giugno)dopo quando posso pensare di avere una gravidanza e quindi quando tempo deve passare per essere sicuri che cio' non provochi danni al feto?In oltre,una terapia sclerosante bisogna farla per quanto tempo?da un punto di vista di salute,migliorano la vita oppure...comunque se poi dovessero peggiorare e, quindi senza avere miglioramenti,dovro' fare l'intervento chirurgico.Mi scusi per le troppe domande e la ringrazio fin da ora.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Nel suo caso è stata rilevata una "incompetenza" del sistema valvolare delle Safene in uno dei punti critici in cui il sangue dal circolo venoso superficiale (Safene) fluisce nel sistema venoso profondo (vene Femorali). Il sangue cioè, non più trattenuto da queste valvole, refluisce nelle Safene ove, per l'alta pressione, alla lunga può provocare danni (varici).
Nel suo quesito ha tuttavia omesso la cosa più importante: il motivo (cioè i sintomi) che l'ha spinta ad eseguire un ecocolor e a sottoporsi ad un consulto specialistico.
Il solo reperto strumentale non è infatti sufficiente a inquadrare il problema.
Per poter dare una risposta alle sue domande sarebbe anche opportuno capire con quale indicazione le è stata proposta la scleroterapia: trattamento della incontinenza ostiale delle Safene o concomitante presenza di teleangectasie (capillari).
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
LE RISPONDO SEMPLICEMENTE:MI SONO SOTTOPOSTA A ECOCOLORDOPLER,PERCHE'E DA ANNI CHE SENTIVO LE GAMBE APPESANTITE E STANCHE E POI PERCHE' ALLE VENE CHE GIA' AVEVO ( CHE SONO MOLTO EVIDENTI ANCHE AD OCCHIO UMANO),SE NE SONO AGGIUNTE ALTRE ANCH'ESSE EVIDENTI.ESSENDO ANCORA GIOVANE,MI SONO DECISA A FARLO PER NON AGGRAVARE LA MIA SALUTE.PER QUANDO RIGUARDA LA SCLEROTERAPIA,LO SPECIALISTA ME L'HA CONSIGLIATA PER LE"COLLATERALI" E NON PER LA SAFENA.LE COLLATERALI COSA SONO?La prego di rispondermi anche per il quesito relativo alla gravidanza.Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
E' molto difficile poter dare un parere attendibile a distanza poichè sembra che ci troviamo di fronte ad una di quelle "indicazioni limite" in cui le convinzioni e la personale esperienza del Chirurgo hanno un peso determinante.
L'indicazione alla scleroterapia delle collaterali (non della Safena!) è corretta e condivisibile.
Le collaterali (o afferenti) sono rami secondari del sistema venoso superficiale.
Resta tuttavia il problema del reflusso nelle Safene che a mio parere, CON TUTTI I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA e considerando attendibile il reperto ecografico riferito, potrebbe richiedere un trattamento complementare (interruzione chirurgica delle giunzioni safenofemorali eseguibile in an. locale)prima che produca ulteriori danni e per dare condizioni di maggiore stabilità alla scleroterapia.
Ma ripeto che si tratta solo di considerazioni a distanza che lasciano il tempo che trovano.
[#4] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio tantissimo della sua disponibilità,ma potrebbe darmi una risposta anche in merito al quesito che le ho fatto sulla gravidanza?Premetto che sulle altre indicazioni è stato molto esauriente,grazie ancora.
[#5] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio tantissimo della sua disponibilità,ma potrebbe darmi una risposta anche in merito al quesito che le ho fatto sulla gravidanza?Premetto che sulle altre indicazioni è stato molto esauriente,grazie ancora.
[#6] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
SIAMO SEMPRE SUL PIANO DELLE VALUTAZIONI ESPRESSE A DISTANZA
Sul problema della gravidanza i pareri della comunità scientifica sono divisi.
Alcuni preferiscono rimandare i provvedimenti terapeutici definitivi all'esaurimento della fase riproduttiva della paziente e a "danni stabilizzati".
Altri, e io la penso così, propendono per la messa in atto dei provvedimenti necessari a evitare o quanto meno contenere la progressione della insufficienza venosa accentuata proprio dalla gestazione e che potrebbe proprio in gravidanza dare luogo a manifestazioni ciniche fastidiose e difficili da trattare per le limitazioni imposte dallo stato gravidico.