Utente 102XXX
Salve,
Mia madre ha 48 anni e e da 10 combatte contro il cancro. Ha avuro un carcinoma mammario e poi delle metastasi ai polmoni ed ora sembra al fegato.
Questo è il referto della risonanza magnetica in base al quale hanno deciso di riniziare con la chemioterapia. Premetto che 3 mesi fà aveva effettuato tutti i controlli e non risultava nulla.
Presenza di manifestazioni espansive multiple (almeno 12) con aspetto di lesioni di tipo secondario disseminate nel parenchima epatico con localizzazioni sia nel lobo dx che in quello sx, la lesione di maggiore dimensione presenta un diametro di 3,5 cm e risulta localizzata in corrispondenza del segmento VI sul versante laterale in sede sottocapsulare con infiltrazione della capsula stessa. I reni presentano volume e morfologia nella norma. La colicisti è regolare per morfologia e volume. Nella norma il pancreas e la milza. Regolare morfologia dei surreni. I reni presentano volume e morfologia nella norma. Le sezioni condotte alla base del torace hanno dimostrato la presenza di una tumefazione di tessuto molle del diametro di 1 cm con sede paracostale posteriore a sx a livello dello sfondato posteriore.
Vorrei avere un Vostro parere per capire meglio di cosa si tratta e cosa dobbiamo aspettarci.Grazie
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

si tratta di diffusione epatica della malattia originaria, oltre al coinvolgimento del polmone. L'indicazione è per un trattamento chemioterapico. Sarebbe utile sapere se la neoplasia esprime il c-erb per poter impiegare anche herceptin (trastuzumab) o lapatinib. Inoltre lo stato dei recettori ormonali aiuterebbe a capire se si può abbinare una ormonoterapia. Applicazioni di ipertermia capacitiva possono essere utili nell'ambito di un approccio multimodale.

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it