Utente 142XXX
Salve dottori,

Sono un ragazzo di 26 anni. Ho di recente fatto una visita urologica in cui è emerso un varicocele (poi rivelatosi, all'ecografia, bilaterale: II/III grado a sinistra e di I grado a destra). Non provo dolori o fastidi (poco tempo fa solo un po' di peso al testicolo destro) e non ho avuto problemi sessuali.
inseguito alla visita L'urologo mi ha consigliato i seguenti esami: ecografia testicolare; doppler dei vasi spermatici; spermiogramma.

Ho effettuato tali esami di cui vi riporto i risultati qui di seguito:

1° esame-Spermiogramma:
Astinenza: 5 gg.

Aspetto: Opalescente

Volume: 3,8 ml Valori di riferimento: 1-5

PH: 8,0 Valori di riferimento: 7-8,4

Fluidificazione: Normale Valori di riferimento: Entro trenta minuti

Viscosità: Normale

Numero spermatozoi: 66.000.000 Valore di riferimento: >50.000.000

Numero totale per eiaculato: 250.800.000

Spermatozoi mobili (all’emissione): 95%

Spermatozoi mobili a due ore (dall’emissione): 90% Valore di riferimento: 40-60

Morfologia: Normale 95% Valori di riferimento: normali > 80% Anormali >20%

Leucociti: Assenti

Emazia: Assenti


Dopo tale esame, visti i dubbi e le perplessità riguardo la loro attendibilità (vedi motilità fuori dalla norma ecc.), sotto consiglio di un altro specialista ho deciso di rifare lo spermiogramma presso un altro istituto.

2° esame -Spermiogramma:

Astinenza 3gg

Quantità 3,7 ml

Fluidificazione Rallentata

Viscosità Normale

N° Spermatozoi 21 milioni per ml val. Riferimento >20

Spermatozoi totali 78 milioni

Forme mobili (dopo 2h a 37° C) 50% normale >50% anormale 50%

Normocinetici 30% Normale con motilità rapida e progressiva > 25%, Anormale con motilità rapida e progressiva <25%.

Discinetici 20% Riferito ad elementi mobili in situ

Forme normali 65%
Forme anormali 30%
Forme immature 5%



C’ è da fare una precisazione importante però. Il primo spermiogramma l’ho fatto raccogliendo lo sperma a casa e consegnandolo dopo 15 minuti dal deposito (l’ospedale è vicinissimo a dove abito).
Tuttavia il secondo l’ho effettuato direttamente al laboratorio: in questo caso mi ha detto il dottore che la performance è stata sicuramente influenzata (negativamente) dalle condizioni in cui ho effettuato il deposito (ha notato la difficoltà e l'imbarazzo); se lo rifacessi non è improbabile che i risultati siano sensibilmente migliori di questi (visti quelli del primo spermiogramma effettuato solo 2 settimane prima). Anche personalmente mi sono accorto dell’incidenza del confort (psicologico) e della modalità del deposito (quantità davvero poca rispetto a quella precedente e gg. di astinenza inferiori).


Poi gli altri esami:

-Ecografia scrotale ed Ecodoppler plesso venoso:

L’esame mostra bilateralmente testicoli in sede.
La morfologia dei didimi è regolare ed il volume normale; l’ecostruttura è omogenea e priva di alterazioni.
Normali dimensioni degli epididimi che non presentano significative alterazioni ecostrutturali.
Bilateralmente rilevabile estasia del plesso venoso pampiniforme.
Con manovra di Valsala e controllo “power color” e “flow doppler” si riscontra sia a destra che a sinistra inversione del flusso venoso come per varicocele che per intensità e tempo di risposta appare di 1° grado a destra e di 2°/3° grado a sinistra.



-Sono poi ritornato dal mio urologo che mi ha consigliato di rifare l'esame spermiogramma con calma (fra 5 6 mesi) in una struttura che usa gli stessi parametri di rilevamento (visti i dati diversi tra i due esami). solo se i dati dello spermiogramma indicheranno una tendenza negativa devo pensare di intervenire chirurgicamente.Al momento dice di stare tranquillo visto che i valori sono (nella loro eterogeneità)normali dal punto di vista della fertilità.

Dati questi risultati chiedo consiglio sulla situazione mia generale (salute e fertilità), e se ci sono problemi seri/urgenti a cui devo far fronte.
1.Come valutate i varicocele?In particolare mi preme sapere se ci sono problemi di fertilità e se occorre fare qualcosa di urgente.
2.i dati dello spermiogramma sono buoni-normali? e attendibili?
3.è vero che non ci sarebbe da preoccuparsi se tra 6 mesi lo spermiogramma darà risultati analoghi ai primi due?
4.mi piacerebbe sapere poi quale è il tipo di intervento che voi ritenete migliore (nel caso si dovesse fare) e dove esattamente si va ad intervenire (l'area esatta).


Ringrazio in anticipo e faccio vivissimi complimenti per il servizio che offrite (che mi è stato molto utile nella decisione di fare una visita urologica)

Cordiali saluti





Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 14256,

mi sembra cheil suo urologo stia affrontando il suo problema in maniera corretta. Segua i suoi consigli.
Personalmente ritengo che dovrebbero essere trattati solo quei casi di varicocele in cui esiste uno stato di sofferenza testicolare ed un evidente problema seminale.
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il primo esame del liquido seminale non è attendibile, a meno che Lei non appartenga al genere umano. Il secondo esame praticamente quasi normale.
Non saprei cosa aggiungere se non il solito invito: eseguite gli esami del liquido seminale presso Strutture qualificate Pubbliche Universitarie od Ospedaliere.
I motivi per sottoporre a trattamento un varicocele in un soggetto in età giovane-adulta, senza vole entrare nel merito delle modalità tecniche di trattamento, son tre:
1) dispermia
2) sintomatologia soggettiva
3) inestetismi.
Pur essendomi stato richiesto più volte, da ultimo da un noto attore di fiction televisive, non ho mai corretto chirurgicamente un varicocele per motivi estetici.
Le faccio affettuosi auguri e molti cordiali saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con il prof Martino le due indicazioni alla chirurgia sono infertilità con dispermia e varicocele sintomatico
l'inestetismo non riesco a rilevarlo nel varicocele se non in un grado elevato ma non capisco il motivo dell'intrvento
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
spesso un varicocele in stadio avanzato, diciamo un tipo V di Hirsch o un tipo V di Shafik, possono modificare molto l'aspetto dell'emiborsa scrotale affetta. Le vene sono evidentissime, non si modificano col decubito, danno fastidio alla vista ed al tatto, provocano uno sgradevole effetto di allungamento dell'emiscroto affetto. Alcuni indumenti intimi accentuano questo aspetto (basti pensare ai soliti slip da mare di moda su alcune spiagge).
Alcune partner o alcuni partner poi non gradiscono questo aspetto che, in um certo senso, sa di malato o patologico.
Questo è quanto.
Ma ripeto, non considero queste motivazioni degne di considerazione ai fini di un intervento chirurgico. A mio parere...mai!
Affettuosi auguri e ancora un cordiale saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,
se ha dei dubbi sulle modalità dell'esecuzione del suo spermiogramma eventualmente lo ripeta un'altra volta . Comunque mi sembra che lo specialista che lo sta seguendo sia ben informato e attento a queste problematiche. Segua le sue indicazioni.
Un cordiale saluto.