Utente 973XXX
Gentili Dottori,
il mio è un vero e proprio dilemma!
Ho smesso la pillola a fine luglio 2008 dopo averla assunta per circa 2 o 3 anni ininterrottamente, anche se ho iniziato a prenderla dal 2004 a causa delle cisti ovariche (non ovaio policistico) e delle conseguenti acne su viso e schiena, che fortunatamente la pillola mi ha curato, infatti le bolle sono scomparse così come le cisti.
Ho deciso così di smettere la pillola ma dopo circa 2 mesi dalla sospensione ecco qua di nuovo le bolle, ho ripetuto una ecografia pelvica e mi hanno trovato due piccole cisti di circa 3 cm al primo giorno di ciclo, i medici mi hanno detto che le acne però non dipendono da questo e quindi non è necessario riprendere la pillola.
A volte al mattino mi sveglio con delle brutte bolle che talvolta riesco a bloccare con del cortisone a pomata, il mio amico farmacista mi ha detto che non debbo prendere la pillola, mi ha dato un sapone al grasso vegetale (credo) che bilancia il sebo in eccesso, dice che le bolle sono dovute ad una disfunzione ormonale dovuta appunto alla sospensione della pillola, dice che non appena passato questo boom le bolle non compariranno più, io temo che la situazione possa peggiorare e soprattutto io ho necessità che a giugno abbia una pelle soddisfacente. In effetti le bolle escono in prossimità del ciclo e poi vanno via (almeno sul viso) è che poi restano i segni per diverse settimane.
Voi che mi consigliate? Ho 30 anni, non sono grandicella per le acne??!!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
L'acne, specie quella persistente, si associa spesso alla presenza di cisti ovariche. L'assunzione della pillola sotto la guida del proprio medico, induce una sorta di riposo farmacologico dell'ovaio, con miglioramenti visibili dell'acne. All'età di 30 anni, non si può più parlare di acne transitoria adolescenziale. Fino a quando ci saranno cisti ovariche, le terapie topiche da sole, potrebbero non dare il risultato sperato. Ne parli con il Suo dermatologo e il Suo ginecologo per un approccio multidisciplinare al Suo problema. Infatti in questi casi il dermatologo e il ginecologo lavorano in sinergia per risolvere il problema alla paziente. Il peggioramento del quadro clinico in prossimità del ciclo è un chiaro indice dell'importanza della componente ormonale nelle recidive dell'acne. Cordiali saluti e in bocca al lupo!!!
[#2] dopo  
97379

dal 2009
Gentile Dr Del Sorbo,

Grazie infinite.
Sa, il mio ginecologo mi ha detto di non smettere la pillola, anche perchè ho una leggera dideremia che potrebbe peggiorare con un ciclo abbondante ma io ho paura a prendere di nuovo la pillola, anche se le analisi del sangue relative mi dicono che è tutto ok... l'ho smessa a fine agosto, come Le ho detto, ma ad oggi ancora non mi si regolarizza il ciclo!! Mentre, prima di prendere la pillola, mi arrivava come un orologio svizzero! Il mio ciclo a distanza ormai di mesi mi arriva o con due settimane di ritardo oppure, come questo mese, dopo ventuno giorni, con un flusso che è durato meno di due giorni. E' normale? Il mio ciclo è stato cmq sempre poco abbondante 3/4 gg, come del resto tutte nella mia famiglia. Grazie
[#3] dopo  
97379

dal 2009
Dott. Antonio DEL SORBO,

ci siamo sentiti un po' di tempo fa ma ho voluto riconttattarLa di nuovo.
Ho preso appuntamento dal dermatologo come mi aveva consigliato, ma nel frattempo sono successe due cose:
1) La mia estetista mi ha effettuato un trattamento di veicolazione transdermica con un'apparecchiatura combinata ad ultrasuoni e corrente a modulazione di frequenza, con prodotti specifici per le impurità;
2) Io ho letto su internet le cause che possono determinare le acne e ho letto che potrebbero dipendere dalla carenza di vitamina B, ho letto che avevo parecchi dei sintomi da carenza, visto che io mangio in prevalenza carboidrati e che, circa 10 anni fa, ho avuto una grave forma di dermatite seborroica (sono stata fotografata dai studenti in Medicina della SAPIENZA!!!) e ho deciso così di iniziare la cura con BECOZYM.
Beh, miracolo! Le bolle sono scomparse, il mio viso è diventato tonico, mi sento decisamenet meglio e ho riacquistato un colorito roseo, infatti ho disdetto l'appuntamento con il dermatologo!
Però, tra ieri e ed oggi le bollicine stanno ritornado, è come se le macchiline si infiammassero e comparissero le bolle, dico bolle perchè in realtà non si forma il pus, ma solamente dei rigonfiamenti di varie misure al mento vicino alla bocca, che sono molto dolorose, e nei pressi della tempia. Stanno lì, rosse rosse, fastidiose, brutte, durano circa una settimana e poi si assorbono lasciando talvolta la macchiolina, che, come le ripeto, talvolta si infiamma e fa uscire altre bolle.
Ho deciso comunque di ritornare dal dermatologo, ma ho voluto comunicarglielo perchè è una cosa strana la mia, poi tra l'altro io non ho mai avuto acnce nell'adoloscenza. Il periodo che sono sparite le bolle, sono sparite anche sulla schiena, dove non avevo effettuto nessun trattamento.

Buona serata,