Utente 103XXX

Buongiorno, volevo chedervi un parere sulla possibilità di contagio (principalmente da hiv) per il mio seguente episodio, di cui come ovvio mi sento profondamente pentito.
Ho avuto un rapporto con una ragazza sconosciuta, incontrata in chat.
Il rapporto, quello completo, ossia la penetrazione, è stato protetto con preservativo. tuttavia nella fase preliminare lei mi ha strofinato il pene sulla sua vagina per un po' di minuti (non saprei esattamente ma potrei dire circa 2/3 minuti), vagina che posso dire era bagnata poiché ho avuto anche moto di toccarla con la mano.
Dopo il rapporto ho notato sul preservativo piccole macchioline di sague, al ché la ragazza mi ha detto che si aspettava le venissero le mestruazioni.

Ora sono terribilmente preoccupato. Devo aggiungere che purtroppo io ho anche un arrossamento sul glande, che sto curando (con blandi micogeni).

Credetemi che sono in uno stato fortemente provato, e se solo potessi tornare indietro .....Però al di là di possibili e sicuramente meritati rimproveri, vi chiedo per favore se potete darmi risposta ai vari punti.

E' vero quanto ho letto, che con esposizione all'aria il virus muore immediatamente? E quindi con possibilità che il contatto del pene (glande) col liquido vaginale (ma all'esterno, all'aria) possa essere meno rischioso rispetto ad una penetrazione senza preservativo? O i due tipi di contatto sono equivalenti?

Può essere un'aggravante il fatto che la ragazza mi ha rivelato di essere orientata al sesso femminile e di frequentare donne, in quanto non interessata agli uomini, e che da diversi anni - a suo dire - non avrebbe un rapporto con un uomo?

Grazie molte in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
I rapporti sessuali con persone sconosciute espone al rischio di malattie a trasmissione sessuale (HIV incluso). Tale rischio aumenta in caso di rapporti ripetuti, non protetti, con diversi partner occasionali e sconosciuti. Il rischio di aver contratto una malattia a trasmissione sessuale, con un unico rapporto, sebbene evenienza possibile è tuttavia basso, specie se è stato utilizzato il profilattico in tutta la durata del rapporto. In ogni caso, il Suo medico o il Suo dermatologo di fiducia, al momento della visita medica, provvederà ad un checkup di tutte le malattie a trasmissione sessuale, in modo da poter essere tranquilli a tutti gli effetti. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009

Dottor Del sorbo, la ringrazio moltissimo della prontezza di risposta.

Volevo chiederle se le è possibile qualche dettaglio in riferimento ai punti che le avevo citato:

La donna in fase di ciclo mestruale è maggiormente contagiosa?

Arrossamento sul glande espone maggiormente?

L'esposizione all'aria (devo anche dire che lei effettuava con la mano della masturbazione, spero che questo non sia aggravante per l'eventuali sostanze venute a contatto col glande)

Esiste una rilevazione statistica sulla diffuzsione hiv tra le donne?
Ed eventualmente tra le donne omosessuali questa peggiora?

Mi scusi se le faccio queste domane ma è molto importante per me. Chiunque voglia darmi risposta....
[#3] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009

Chiedo per favore se qualche dottore può darmi una risposta ai punti sottostanti.

Ho sentito la ragazza che sostiene di aver frequentato pochissimi uomini in generale in tutta la sua vita (ha avuto a suo dire qualche fidanzato). Mentre ha detto di aver avuto rapporti occasionali con donne sconosciute.

Alla luce di questo vi chiedo, per favore, se fosse vero si può dedurre qualche elemento favorevole rispetto alla salute della donna?

La donna in fase di ciclo mestruale è maggiormente contagiosa?

Io me ne preoccupo perché comunque avevo un arrossamento sul glande che stavo curando già da mesi e che apparentemente si era ridotto di molto, lasciando comunque un rossore. Espone maggiormente?

L'esposizione all'aria dopo il contato diretto tra pene e vagina (devo anche dire che lei effettuava con la mano della masturbazione sia per lei che per me, spero che questo non sia aggravante per l'eventuali sostanze venute a contatto col glande) può ridurre i rischi? Cioé voglio dire i tempi di trasferimento del virus consentono tale circostanza come elemento favorevole?

Esiste una rilevazione statistica sulla diffuzsione hiv tra le donne?
Ed eventualmente tra le donne omosessuali questa peggiora?

Mi scuso se faccio queste domane ma è molto importante per me.

Vi prego, chiunque voglia darmi risposta....
[#4] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Perché nessun medico mi da più risposta?
[#5] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Per favore, vorrei sapere che rischi concretamente si possono correre con uno sfregamento tra genitali (uomo-donna). Non penetrazione ma sfregamento tra le parti.

E ci sono aggravanti dovute a:
- presenza di piccolo arrossamento sul glande per probabile herpes
- presenza di mestruazioni nella donna (mestruazioni che sul profilattico a rapporto completato si presentavano come piccole macchioline rosse scure (e apparentemente addensate) in una matrice chiara.

Se poi voleste cortesemente darmi risposta ai punti precedenti ve ne sarei davvero grato.

Grazie
[#6] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Perché nessun medico mi da risposte? Per favore, sto passando un brutto periodo, se c'è un medico specializzato che può darmi delle risposte.... O posso considerare che, benché io abbia fatto una cosa che non farò certamente più nella stessa maniera, il mio caso non sia sostanzialmente a rischio?