Registrati | Recupera password
0/0

Versamento al ginocchio destro

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Versamento al ginocchio destro

    Salve Dottore, sono un ragazzo di 23 anni e pratico (arti marziali) a livello agonistico. Circa 4 mesi fa ho subito un trauma al ginocchio destro dando un calcio a vuoto praticando sport; premetto che accusavo un leggero fastidio nei giorni precedenti. Al che, causa dolore insopportabile mi sono rivolto al pronto soccorso Galeazzi dove mi hanno consigliato di tenere l'arto a riposo per 10 giorni e prendere degli antidolorifici e di eseguire una rmn il cui referto cita testuali parole: acquisizioni multiplanari e multiparametriche. Nella norma per spessore e segnale il tendine del quadricipite e il tendine rotuleo. Patella centrata ed in asse con normale rilievo della sua superficie articolare. Lieve versamento intra-articolare. Nei limiti della norma il rilievo anatomico della capsula articolare e dei legamenti collaterali. Menisco laterale con alterazione di segnale e tumefazione a livello del corno anteriore e pars media, come per alterazione degenerativa avanzata, con tendenza all'evoluzione cistica parameniscale. Nella norma il menisco mediale. Legamenti crociati normoinseriti, nella norma per spessore e segnale. Non evidenti alterazioni condrali o subcondrali sul versante femoro-tibiale. Regolare il segnale del compartimento midollare scheletrico. Non rilievi patologici nel cavo del poplite. Eseguendo una successiva visita l'ortopedico mi ha detto che non ho nulla di grave all'infuori di un piccolo versamento. Egli ha ritenuto opportuno eseguire dei bendaggi allo zinco Viscopaste PB7 con l'applicazione di una pomata chiamata Diclofenac per togliere l'infiammazione, rassicurandomi che tutto sarebbe andato per il meglio. Nonostante ciò i dolori e il gonfiore persistono tanto che non riesco a contrarre il quadricipite ne a stendere completamente l'arto; tanto meno a scendere le scale in maniera corretta e praticare attività fisica. A tal proposito vorrei sapere eventuali cure o metodi per risolvere il problema. Grazie della sua cortese attenzione e mi scusi per essere stato lungo. Cordiali saluti.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 89 Medico specialista in: Medicina dello sport

    Risponde dal
    2003
    E' tornato dall'ortopedico per dirgli che la terapia non è stata efficace? Deve essere il medico a valutare gli effetti della terapia consigliata ed eventualmente a modificarla.
    Non posso a distanza darle indicazioni terapeutiche, tanto più quando la diagnosi non è chiara: le alterazioni del menisco rilevate, mi fanno pensare che siano quelle la causa della patologia che riferisce.


    Dottor Sergio Lupo
    Specialista in Medicina dello Sport
    www.sportmedicina.com

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Sono in attesa di una prossima visita che farò a breve che rivaluterà il caso.Fatto sta che è stato lo stesso ortopedico a prescrivermi la suddetta cura solo che non ha sortito nessun effetto benefico. Mi permetta ma in che senso la diagnosi non è chiara? Me la potrebbe illustrare meglio secondo le sue conoscenze? Grazie



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 89 Medico specialista in: Medicina dello sport

    Risponde dal
    2003
    Non sempre le terapie sono efficaci ... per questo le ho consigliato di tornare dallo specialista.
    La diagnosi non è chiara perchè, come detto, il motivo della sintomatologia potrebbe essere l'alterazione del menisco e la formazione cistica parameniscale.
    Altro, a distanza, non sono in grado di dirle.


    Dottor Sergio Lupo
    Specialista in Medicina dello Sport
    www.sportmedicina.com

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Grazie mille Dottore... In caso di novità nella seguente visita, la terrò aggiornata. Grazie



  6. #6
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Buongiorno Dottore. In data 20/3/2009 mi sono recato all'ospedale Galeazzi per fare una visita di accertamento sulle condizioni del mio ginocchio. L'ortopedico controllando la RMN e il ginocchio stesso ha tratto alcune conclusioni.Ha stabilito che l'arto è ben saldo e tutti i legamenti non hanno subito nessun trauma;ho una ciste parameniscale e quindi persiste sintomatologia algica laterale in flessione e conseguente gonfiore. Al che ha ritenuto opportuno rivalutarmi tra circa 2 mesi e, al momento, di continuare con esercizi di potenziamento muscolare che poterbbero in qualche modo alleviare o addirittura risolvere il problema. Se nel successivo controllo il disturbo persiste, il Dottore, deciderà per un ricovero per artroscopia. A tal proposito Lei cosa ne pensa? Grazie e arrivederci



  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 89 Medico specialista in: Medicina dello sport

    Risponde dal
    2003
    Le avevo già detto in precedenza che " ... le alterazioni del menisco rilevate, mi fanno pensare che siano quelle la causa della patologia che riferisce ..." e quindi quanto mi dice conferma la mia impressione.
    Se la sintomatologia con la terapia non scompare credo che sarà necessario un intervento esplorativo in artroscopia per l'eventuale rimozione della cisti.


    Dottor Sergio Lupo
    Specialista in Medicina dello Sport
    www.sportmedicina.com

  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve Dottore in proposito al problema che ho,visto il non miglioramento della questione, gli specialisti ortopedici hanno ritenuto opportuno effettuare un' artroscopia con rimozione della cisti e conseguente meniscectomia della parte lesa del menisco. L'operazione è avvenuta in data 11/5/2009 e da quel che mi han detto è avvenuta con successo dicendomi che i tempi di recupero per il tipo d'intervento al quale sono stato sottoposto non erano di gran durata( circa 10 giorni)...Premetto che sono stato tenuto in ospedale per una sola notte e dimettendomi il Professore che mi ha operato mi ha detto che ci posso camminare tranquillamente sopra già dal primo giorno post operatorio;in più il fisioterapista dell'ospedale mi ha dato da eseguire fin da subito una serie di esercizi per far si che l'arto non si atrofizzi;non mi hanno neanche consigliato l'uso di ghiaccio per disinfiammare l'arto ne di tenerlo sollevato. E' possibile che debba fare questi esercizi subito dopo l'interveto? premetto che ho molto dolore non solo nella parte interessata all'operazione bensì in tutto il ginocchio;per di più il gonfiore è evidente e non tende a diminuire; è normale? Ora mi chiedo:il percorso post operatorio che sto seguendo è opportunamente corretto? sentendo altri pareri di persone operate per lo stesso problema mi sono accertato che loro non hanno avuti di questi patemi anzi dicono di non aver dolore nella parte trattata. Non saprei cosa pensare... Grazie



  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 89 Medico specialista in: Medicina dello sport

    Risponde dal
    2003
    Solitamente dopo un intervento in artroscopia si valuta la situazione post-operatoria e si stabilisce la terapia. Un gonfiore evidente e il forte dolore dopo 4 giorni dall'intervento non sono a mio parere normali.
    E comunque 10 giorni per recuperare li ha impiegati Maldini ai mondiali facendo fisioterapia 14 ore al giorno e non "per miracolo" ...
    Le consiglio di rivolgersi subito a chi l'ha operata per un controllo-


    Dottor Sergio Lupo
    Specialista in Medicina dello Sport
    www.sportmedicina.com


Discussioni Simili

  1. Il peso sulla gamba sinistra
    in Medicina dello sport
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02/02/2009, 11:12
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 06/04/2009, 09:33
  3. Risultati risonanza
    in Medicina dello sport
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 12/01/2009, 10:39
  4. Insaccamento del ginocchio
    in Medicina dello sport
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27/04/2009, 17:37
  5. Una risonanza al ginocchio, l'esito é
    in Medicina dello sport
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28/04/2009, 09:31
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,16        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896