Utente 103XXX
Salve a tutti,sono un ragazzo di 18 anni e vorrei semplicemete delle delucidazioni in merito alla curvatura del pene,della sua rilevanza ai fini di un rapporto che premetto non ho ancora avuto del tutto.
Volevo sapere innanzi tutto come si calcolasse l'angolo di curvatura.Mi spiego:
tenendolo in mano in posizione diritta noto una lieve curva dell'asta verso sinistra,quasi ininfluente e fin qui ci siamo.
lasciandolo in un certo senso libero,il pene in erezione pende verso sinistra come se alla base ci fosse una sottospecie di sovraccarico muscolare dal lato verso cui pende e non una curvatura dell'asta la quale appare abbastanza dritta...per cui il mio pene tende sempre a direzionarsi verso sinistra come se fosse tirato e sostenuto maggiormente da quel lato che dall'altro.Ripeto non sono i corpi cavernosi a sollevare i miei dubbi,quanto la parte di pene"NASCOSTO",non visibile che ne determina la direzione costantemente.La mia domanda è:Ciò è normale e irrilevante ai fini di una penetrazione oppure potrebbe comportare dei problemi?
2)Da cosa dipende questa "tendenza"?
3)Esattemente questa curvatura si calcola tenendo presente la linearità dell'asta oppure la "TENDENZA"?
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che risponderanno ed in particolare tutti coloro che sfruttando le proprie conoscenze ed immaginazione( per ciò che riguarda la descrizione del problema)sapranno fornirmi risposte utili.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
quello che non si capisce è se lei ha una cirvatura, nel qual caso occorre una foto da sopra e di lato in erezione da far vedere ad uno specialista che farà i calcoli per lei.
i calcoli sono squisitamente geometrici ( goniometro).
se la curva non supera un certo angolo ( circa 30°) non si hanno di solito problemi ma dipende anche dalla situazione " ginecologica" che è una " variabile".
le cosiglio quindi una visita con un andrologo, il quale risponderà sicuramente alle sue domande.
da qui non si puà dire di più.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

qualche informazione sul problema delle curvature congenite dell'asta le potrà trovare su www.erezione.org.
Una documentazione fotografica digitale del pene in erezione potrebbe essere utile per definire l'entità del fenomeno
cari saluti

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
in risposta alle sue domande:
1. "...Ciò è normale e irrilevante ai fini di una penetrazione oppure potrebbe comportare dei problemi?" E' verisimilmente irrilevante;
2)Da cosa dipende questa "tendenza"? Difficile dirlo senza visitarla; sicuramente utile il suggerimento delle foto;
3)Esattemente questa curvatura si calcola tenendo presente la linearità dell'asta oppure la "TENDENZA"? Dipende se si ragiona in termini descrittivi o di correzione chirurgica.