Utente 565XXX
Buongiorno ho 40 anni e poco più di un anno fa ho avuto un episodio di FAP che hanno risolto al pronto soccorso. da allora non ho avuto più altri episodi se non periodi con delle extrasistole che a giorni sono più frequenti. Gli accertamenti fatti in ospedale (elettrocardiogramma, ecocardiogramma, holter cardiaco 24 ore e analisi alla tiroidee non hanno evidenziato nulla. Ho ripetuto dopo 6 mesi l'ecocardigramma e elettrocardiogramma dove risulta tutto a posto. All'epoca del ricovero mi dissero che probabilmente l'episodio di FAP poteva essere stato scaturito da ruflusso esogastrosofageo. Sono leggermente iperteso poichè assumo 1/2 triatec da 2,5 mg al giorno. La mia domanda è questa tra circa un mese debbo fare un intervento di artroprotesi all'anca causa di una spondilite, quali accertamenti dovrei fare al cuore per l'intervento visto ciò che mi è successo (FAP) e cosa rischio? le extrasistole possibile che siano dovute allo stress? Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il rischio di recidiva di fibrillazione atriale è tanto più alto quanto più vi sono fattori predisponenti, che nel suo caso potrebbero eventualmente essere uno stato ipertensivo non controllato o un aumento delle extrasistoli. Va da sè che lo stress chirurgico, è già da considerare un fattore favorente l'insorgenza di fibrillazione atriale in soggetti predisposti. In genere, se la pressione è tenuta ben sotto controllo, le consiglierei di sottoporsi ad un test da sforzo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 565XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta, Dottore ho dimenticato di dire che l'elettrocardigramma sotto sforzo con ciclo l'ho fatto ad ottobre ed era tutto ok. Per evitare un possibile ritorno della FAP cosa posso fare per far diminuire queste extrasistole visto che la pressione è ben controllata dal triatec normalmente ho 125/75-85. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, siccome le extrasistoli possono essere espressione di patologia gastrointestinale, le consiglierei più una terapia rivolta verso tale distretto (gastroprotettore, procinetici, antiacidi) che non verso quello cardiaco, vista la negatività del recente test da sforzo e il buon controllo pressorio.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 565XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore la ringrazio di nuovo, a tal proposito dopo il ricovero per la FAP mi hanno prescritto il Mepral 20 due volte al giorno ed il Gaviscon advance che ancora oggi prendo. Sono in attesa di poter fare la gastroscopia. Le extrasistole (soprattutto la sera e notte)potrebbero dipendere anche dallo stress e dall'emotività visto che sono in attesa dell'intervento e che mi agita un pochino, se fosse così cosa posso fare per ridurle? Grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Certamente l'ansia facilita la comparsa ed aumenta il numero di extrasistoli. Un blando ansiolitico a gocce è l'ideale in tali circostanze, per un uso solo transitorio. Su modalità d'assunzione e posologia chieda ovviamente al suo curante.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 565XXX

Iscritto dal 2008
Mille grazie e buon lavoro