Utente 101XXX
SONO UN UOMO DI 43 ANNI, UNA SETTIMANA FA' DOPO UN FORTE DOLORE ALA PETTO, BRACCIO SINISTRO E COLLO SONO STATO TEMPESTIVAMENTE RICOVERATO E SALVATO DA UN INFARTO MIOCARDICO ACUTO ANTERIORE.
MI HANNO ESEGUITO UNA ANGIOPLASTICA PRIMARIA DEL RAMO IVA CON TROMBOSPIRAZIONE ED IMPIANTO DI STENT MEDICATO CON BUON RISULTATO FINALE(TIMI 3 -BLUSH 3 )
IL TRONCO E LA CORONARIA DESTRA SONO INDENNI DA LESIONI.
COMPENSO EMODINAMICO BUONO, NON RISCONTRATE COMPLICANZE.
FARMACI PRESCRITTI:CARDIOASPIRINA,PLAVIX,LIMPIDEX, TORVAST O NEBILOX, ATENOL, E COVERSYL.
CHIEDO A VOI GENTILI DOTTORI QUALI POSSONO ESSERE LE CONSEGUENZE DI TALE MALATTIA, LA DIETA CHE MI PUO' ESSERE CONSIGLIATA, E SE POTRO' RITORNARE A LAVORARE COME OPERAIO IN FONDERIA.
PREMETTO CHE PRENDEVO GIA' DA QUALCHE ANNO IL NEBILOX PER LA PRESSIONE ALTA , CHE GLI ESAMI DEL SANGUE SONO RISULTATI BUONI COMPRESO COLESTEROLO E TRIGLICERIDI E CHE HO SMESSO DI FUMARE.
ATTENDO VOSTRA RISPOSTA E CORDIALMENTE VI SALUTO.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il recupero funzionale alla normale attività giornaliera dopo una sindrime coronarica acuta, avviene gradualmente nel tempo e valutata dopo almeno un mese con un ecocardiogramma e con test da sforzo. Solo dopo tali esami strumentali si può avere un quadro complessivo del danno cardiaco ed eventualmente indicarle il ripristino della normale attività lavorativa. Il fatto che lei abbia avuto un trattamento rapido ed elettivo, il fatto che abbia smesso di fumare, considerata l'approccio favorevole alla terapia, tutto fa ritenere in una pronta ripresa e al rapido ritorno alle sue attività.
Saluti