Utente 374XXX
Gentilissimi dottori,
sono un uomo di 46 anni sposato da tre. Ho svolto alcuni accertamenti per una epididimite che mi affligge da tempo. Riporto di seguito gli esiti di alcuni esami:

1- ECOGRAFIA TESTICOLARE
I testicoli sono in sede di normali dimensioni esenti da lesioni focali.
A dx normale la testa dell'epididimo.
Non idrocele.
Non e' presente varicocele ma in corrispondenza delle vene peritesticolari e' riconoscibile una calcificazione di 5 mm lamellare.
A sn la testa dell'epididimo ha dimensioni lievemente aumentate ed e' un poco disomogenea senza tuttavia aree nodulari ne' zone di ipervascolarizzazione, sono presenti alcune piccole calcificazioni, il rilievo puo' essere compatibile con gli esiti di una flogosi o con una segosi cronicizzata. Minuta cisti semplice di 2,5 mm.
Non varicocele.
Minimo versamento liquido parafisiologico.
E' presente idatide di Morgagni a sn.
Normale lo spessore delle borse scrotali.

2-ESAME LIQUIDO SEMINALE

Giorni di astinenza 4
Liquef. completa entro 15
Viscosità aumentata
Colore avorio
Aspetto opalescente
Coagulo alla raccolta presente
Coagulo alla lettura assente
Agglomerati assenti
Cellule epiteliali assenti
Globuli bianchi 0.03
Globuli rossi assenti
Cellule immature 0.02
Celle rotonde 1.50
PH 7,90
Volume totale 1,20
Volume capacitato 1,00
Concentrazione 18,00
Conta totale 21,60
Motilità 34
Motilità progr. rettilinea 8
Motilità progr. non rettilinea 20
Motilità non progressiva 6
Forme fisiologiche 15
Forme patologiche 85
Anomalie della testa 38
Anomalie del collo 26
Anomalie della coda 21

3-DOSAGGI ORMONALI NEL SANGUE

Prolattina 11.3 mUI/mL

SHBG 54 ng/mL

Testosterone 5.9 ng/mL

Testosterone libero (calcolo) 93 Mu/L

Ormone tireotropo 1.965 mU/L


Attualmente l’epididimo di sinistra presenta al tatto una piccola tumefazione, leggermente dolorosa al tatto che non è mai regredita nonostante le diverse cure con antibiotici. L’epididimo di destra risulta del tutto normale.
Vorrei sapere se esiste un esame (ecografia con fase doppler o altro esame) che permetta di capire esattamente che vi è nell’epididimo per poter poi eventualmente affrontare una cura risolutiva o una operazione. Ringraziando anticipatamente, porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
con l' ecografia ce ne è di avanzo. Attualmente il suo spermiogramma non porta segni di infiammazione. Esiste una dolenzia a sx, ascrivibile o alla idatide o alla cisti. Da valutare comn esperto collega in sede di visita. Il suo spermiogramma presenta alterazioni di motilità, concentrazione e forma. Una visita da un esperto collega è di rigore, faccia sape4re se vuole..
[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio innanzitutto il Dr. Cavallini per la risposta. Quindi Dottore, le deficienze riscontrate nello spermiogramma potrebbero non essere legate alla piccola tumefazione dell’epididimo sinistro? Le faccio questa domanda per capire se al fine di migliorare la qualità del liquido seminale con l’obiettivo di una paternità, possano essere rintracciate altre cause (eccessiva densità del liquido seminale che appare sempre molto denso!), legate magari ad un danno ai testicoli? O ad una causa più generale? Tenga presente che a 20 anni sono stato operato di varicocele al testicolo sx.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signoer
Lasci perdere quella piccola tumefazione. Qua c' è da valutare completamente un quadro di alterazione spermatica, che confermo, solo una visita in diretta da esperto collega può chiarire. Le cause di alterazione seminale son 12, a volte sovrapposte. Per cui bisogna capire cosa sta sotto al suo problema.