Utente 152XXX
Buongiorno! Alcuni giorni fa mi è accaduta la seguente cosa: la mattina del sabato ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza; la domenica sera ho iniziato a percepire un leggero fastidio ai testicoli; la mattina mi sono svegliato con i testicoli gonfi e doloranti; la situazione è andata peggiorando nel senso che il giorno dopo il dolore era tale da rende doloroso anche il camminare; poi la situazione è andata migliorando e nel giro di qualche giorno i testicoli si sono sgonfiati e il dolore è scomparso, anche se il testicolo sinistro si è sgonfiato meno velocemente del destro. E' stata la prima (e spero l'ultima) volta che mi è accaduta una cosa del genere.
Volevo sapere se si è trattato di un infezione, di un problema dovuto all'atto sessuale o a che altro. Preciso che non ho assunto farmaci se non due bustine di Aulin, in realtà prese perchè mi faceva male un dente che ho in cura.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
dubito fortemente all'ipotesi di un'infezione in quanto non si risolverebbe da sola nè tantomeno in pochi giorni. Pesnso invece che si sia trattato di un traumatismo legato propio all'atto sessuale per cui si è risolto in tempi ragionevoli.

Un cordiale saluto

[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
il rapporto sessuale è stato completo fino all'eiaculazione e alla fase orgasmica o è "terminato" prima? Questo è un dato importante per capire il suo problema . Spesso dolori come quello da lei lamentati sono dovuti ad un "petting" prolungato senza che si abbia una eiaculazione e generalmente è dovuto alla importante congestione vascolare che si verifica senza la successiva scarica adrenergica che si ha all'orgasmo. Detto questo comunque monitorizzi la sua situazione e
Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2006
Non mi sembra che ci siano stati traumatismi durante l'atto sessuale tali da giustificare quello che è successo dopo.
E' però vero che purtroppo non sono arrivato all'orgasmo perchè siamo stati interrotti anche se in una fase molto avanzata. In realtà avevo supposto che la causa fosse questa perchè sentivo i testicoli gonfi , però proprio per questo la domenica sera mi ero masturbato fino a raggiungere l'eiaculazione (che peraltro non era stata dolorosa)

Saluti
[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
il fatto di non essere arrivato all'orgasmo è un fatto estremamente importante che lei però non aveva segnalato prima.
Il motivo, a questo punto, del suo dolore e gonfiore lo ha già perfettamente spiegato il Collega Beretta.

Un cordiale saluto
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Monitorizzi comunque la situazione,
se il problema si ripresenta è bene consultare un andrologo .
Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
l'esasperazione dei tempi dei cosiddetti "preliminari", che oggi vengono per tante ragioni messi spesso in primissimo piano sia dall'uomo che dalla donna, non aiuta a mantenere un ottimale eutrofismo anatomico e fisiologico dell'apparato riproduttivo.
Consiglio sempre di rispettare le proprie consolidate abitudini sessuali ed i propri tempi e ritmi. Ma appunto l'esasperazione volontaria no.
Auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
inoltre si ricordi sempre di non drammatizzare troppo quello che si verifica durante un rapporto sessuale . La propria vita sessuale deve essere vissuta il più serenamente ed allegramente possibile.
Ancora un cordiale saluto.