Utente 863XXX
salve ho 48 anni volevo chiedere ai dott allergologi se quando mi è successo un paio di sere fà è un shoc anafilattico. VERSO le 8,30 ho cenato con tonno in scatola.dopo un paio di ore mi è venuto prurito e ho preso un antistaminico.Mi sono addormentato e dopo circa un ora mi sono svegliato con mal di pancia il tempo di arrivare in bagno il prurito è aumentato con bolle sulla pelle e dopo una frazione di secondo diarrea e una forte tachiacardia e vampate di calore con occhi rossi e una sensazione di MORIRE , infatti ho perso sensi per alcuni minuti, hanno chiamato il 118 che mi ha fatto una flebo di cortisone dopo circa una mezzora i sintomi sono scoparsi.SICCOME in otto anni mi è venuta più volte ma fino ad ora senza svenire.CHIEDO CHE FARE E A CHI RIVOLGERMI. GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
86337

Cancellato nel 2009
Gentile Utente,
la cosa migliore da fare sarebbe quella di rivolgersi ad un allergologo di sua fiducia che, esaminando anche nel dettaglio i precedenti episodi, la potrà sottoporre ad opportuni test allergologici... i suoi potrebbero essere episodi allergici o anche pseudoallergici (da ingestione di cibi contenenti istamina ed istaminoliberatori)... questi ultimi sicuramente meno preoccupanti di quelli allergici che possono portare a shock anafilattico...
distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 863XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la risposta dott benaglia.QUINDI lei dice che non è un vero schoc anafililatico, ma un anafilassi seria.VORREI chiedere se faccio bene a consultare oltre un allergologo anche un gastrenterologo.Visto che soffro di colon irritabile.
[#3] dopo  
86337

Cancellato nel 2009
gentile utente,
mi dispiace del fraintendimento ma non avendo elementi utili a poter fare diagnosi in questo luogo, non ho detto che è uno shock anafilattico nè tantomeno un'anafilassi seria... colgo l'occasione per suggerirle la mia opinione che è quella di rivolgersi in prima battuta ad un allergologo per fare una differenza tra allergia vera e pseudoallergia... si tratta di due problemi diversi, il primo più pericoloso del secondo... la questione si può chiarire attraverso un dettagliato colloquio che riguarda la sua storia clinica e attraverso test opportuni se l'allergologo lo riterrà opportuno... il fatto che lei soffra di colon irritabile mi fa capire che probabilmente è già a controllo da un gastroenterologo...
le auguro un sereno fine settimana e se vuole mi tenga aggiornato...
saluti