Utente 103XXX
salve, voglio essere breve.
Sono affetto da criptorchidismo bilaterale e dopo un seminoma testicolare sono rimasto con un solo testicolo. Il mio spermiogramma mi definisce azoospermico.
Abbiamo eseguito una tese, e l'esito non e' stato molto positivo. Risultano rari spermi e immobili. Il ginecologo che ci segue ci ha consigliato di effettuare un icsi. Ma con il mio esito, quante probabilita' abbiamo di fecondare degli ovuli? Lo chiedo, perche' non riesco a capire se i dottori che ci seguono, ci consigliano questa pratica solo per un fine economico. O se non sarebbe meglio effettuare una icsi (all'estero) con donazione.
Spero in una vostra risposta. Grazie, Domenico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
le consiglio innanzitutto di farsi seguire da un Andrologo. La scelta su cosa fare è il risultato di molti fattori, ma l'ultima parola deve essere la vostra.
La possibilità di fecondare ovuli con ICSI è reale, ma consideri una sua decisione finale dopo una spiegazione dettagliata delle vostre potenzialità fatta anche da un Andrologo.
Ci faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Pescatori, noi siamo gia' seguiti da un andrologo, che dopo aver eseguito la tese ci ha indirizzati presso il ginecoloco che eseguira' la icsi.
Ma il sospetto mi e' nato, confrontando altri casi simili al mio. In altri esiti di tese, vengono specificati anche il numero di spermatozoi trovato, mentre nel mio referto
sono stati molto superficiali: Rari spermatozoi immobili.
Immobili, non significa che siano vivi? E soprattutto che dopo lo scongelamento possano continuare a sopravvivere.
Quindi sottoporre mia moglie a trattamenti di stimolazione, senza poi avere un risultato, mi sembrano superflui.
Vorrei un suo parere sincero. Che non sia dato a scopo di lucro. Grazie, Domenico.
[#3] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera..
sono passati molti giorni, ma non ho ricevuto più chiarimenti.
Sarei veramente lieto, se qualcuno rispondesse ai miei quesiti e ai miei dubbi.
Grazie...Domenico.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile Signor Domenico,

purtroppo ci pone dei quesiti non affrontabili da questa postazione.

Il recupero di spermatozoi, a seguito di un prelievo chirurgo, ha caratteristiche peculiari che devono essere discusse con il suo andrologo, ginecologo e con eventualmente il team di biologi che ha fatto la crioconservazione.

E' con queste figure di professionisti che lei deve chiarire la sua particolare situazione clinica e poi decidere cosa fare.

Detto questo noi poi, se desidera avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le possiamo consigliare di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=19850.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemedra.com


[#5] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Beretta,
la ringrazio per il tempo che mi avete dedicato.
I miei dubbi, rimangono ancora.. ma comprendo la vostra situazione e la difficoltà nel rispondere ai miei quesiti.
Distinti saluti.. Domenico.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi tenga comunque aggiornato sull'evoluzione della sua situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com