Utente 676XXX
Gentili medici,
contestualmente ad una visita urologica mi è stata diagnosticata una fimosi non serrata. Si è deciso di intervenire chirurgicamente praticando una circoncisione. Successivamente alla descrizione dell'intervento concessami dall'urologo mi è sorto un dubbio che ho prontamente esposto e al quale professionista che mi ha in cura ha dato vaghe risposte. Mi rivolgo a Voi per avere ulteriori delucidazioni. Il problema è questo: sulla corona del glande presento le papule perlacee le quali conferiscono a detta corona una maggiore sensibilità che in talune occasioni rende fastidiosi e masturbazione e rapporti di tipo orale. Dopo l'operazioni suddetti fastidi peggioreranno? Certo di un riscontro salto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
immediatamente dopo la circoncisione è frequente una percezione di ipersensiilità nelle zone da lei descritte. Tale ipersensibilità, quando presente, regredisce nel giro di poche settimane, al massimo di qualche mese.
Quanto tempo fa è stato sottoposto a circoncisione?
[#2] dopo  
Utente 676XXX

Iscritto dal 2008
Mi scuso per la poca chiarezza. Non sono stato ancora circonciso. L'intervento avverrà tra pochi giorni ed
ho già effettuato la visita anestesiologica, le analisi routinarie e la visita urologica pre-intervento.
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

non è possibile prevede se, dopo un intervento di circoncisione, la sua "sensibiltà" nella regione operata aumenterà; generalmente si nota una iniziale "ipersensibilità" seguita da un "ritorno" al periodo pre-intervento ed, in alcuni casi, addirittura le sensazioni somato-sensitive ("la sensibilità") diminuiscono.

Sono questioni da chiarire per bene sempre con il proprio urologo e prima di un eventuale intervento di questa natura.

Poi ulteriori informazioni può trovarle anche nell'approfondimento del collega Maio:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220.

e, se desidera, infine altre notizie più dettagliate su problemi di natura andrologica che interessano i giovani maschi può trovarle anche nell’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 676XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per la cordialità e l'interessamento. E cerco di riassumere brevemente come si è arrivati alla diagnosi di circoncisione. Pur avendo una vita sessualmente attiva e appagante mi accorgo durante i rapporti di alcune anomalie. A pene flaccido riesco a retrarre con facilità la porzione prepuziale del pene scoprendo in maniera completa il glande. In fase di erezione riesco con non molte difficoltà a scoprire il glande con conseguente posizionamento della cute prepuziale nello spazio che intercorre tra il corpo del pene dalla corona del glande, con alcune difficoltà riesco a far ritornare il prepuzio nella posizione originale, in qualsiasi rapporto quindi il glande è completamente scoperto essendo evidentemente impossibilitato il fisiologico scorrimento. Decido di contattare il primo urologo: "Non ha alcuna forma di fimosi". Contatto un secondo Urologo (primario di UOC): Fimosi operiamo (espongo i miei dubbi, risposte ambigue tipo no, non credo avrà disturbi in quanto le papule ci sono, ma passeranno). Terzo urologo: mah non mi sembra che lei abbia fimosi, ha problemi solo nell'erezione?? Rispondo sì e lui mi consiglia, se voglio, di effettuare l'intervento, ma mi prescrive per applicazione topica Diprosone crema 0,05%. Questa è la storia. Aspetto Vs. gentili consigli.
Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

è già la sua una storia clinica complessa e "aggrovigliata" come una matassa.

Purtroppo in questi casi non se ne viene fuori se non affidandosi ad un esperto urologo che sappia conquistarsi la sua fiducia.

Sarà lui che, dopo sempre una attenta valutazione clinica in diretta, le darà le indicazioni terapeutiche più mirate e precise.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#6] dopo  
Utente 676XXX

Iscritto dal 2008
Dr. Beretta la ringrazio. Esporrò nuovamente le problematiche all'urologo.
Cordialità
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ci tenga comunque aggiornati sull'evoluzione della sua situazione, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 676XXX

Iscritto dal 2008
Intervento effettuato all'incirca da 90 giorni.
Le mie paure erano infondate. La sensibilità eccessiva è durata solo pochi giorni. Decorso postoperatorio ottimo.
Sono molto soddisfatto. Ringrazio tutti i signori medici.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

tutto bene quello che finisce bene.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com