Utente 103XXX
Buon giorno, ho 50 anni, sono alto 1,81 e peso 87 kg, ho una buona proporzione tra massa magra e grassa, pratico regolarmente sport e ho abitudini alimentari corrette. Ho un ritmo di vita abbastanza stressante dovuto ai vari impegni di lavoro e di sport che, oltre a praticarlo, sono un istruttore ed un organizzatore, e ciò spessissimo mi comporta impegni al sabato e alla domenica portandomi a spostamenti in giro per varie regioni. Ho avuto alcuni mesi (da settembre a gennaio) in cui mi sentivo costantemente stanco, mancanza di voglia e calo della forza di volontà nel fare le cose, calo leggero del desiderio sessuale, calo della resistenza e della forza nell'attività sportiva. A questa condizione ho dato la colpa allo stress ma dopo il periodo di riposo in occasione delle festività natalizie non ho notato gran recupero, perciò ho deciso di rivolgermi al medico e farmi fare una serie di esami. Premetto che non ho rilevato problemi legati a capacita erettile o a produzione di sperma, qualche mattina ho erezioni spontanee. Gli esiti degli esami, effettuati il 5 febbraio, sono nella norma, quelli legati al ciclo ormonale sono i seguenti:
FSH 4,7 valori medi 1,5-11,00
LH 2,6 1,0-8,0
Prolattina 8,0 2,0-15,0
Testosterone 2,31 3-10
SHBG 19 10-70
GH 0,1 <5,0
IGF-1 172 100-300
Calcitonina 7,6 <13,0
ACTH 46,2> <46.0
Cortisolo 149 70-210
PSA 0,91 <4.00
PSA libero 0,153 ng/mL
Ho messo i valori di riferimento perchè sò che secondo la tipologia tecnica che viene usata per fare gli esami tali valori possono avere differenze.
La cosa che mi preoccupa è il valore del testosterone.
La mia condizione negli ultimi 45 gg è migliorata anche se non risolta.
Che problemi può dare il livello di testosterone così basso? Devo effettuare cure? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il dato clinico in via di risoluzione testimonia la innutilita' di eseguire terapie con testosetrone.A 50 anni un calo dei livelli del testosterone puo' essere messo in bilancio ma,nel Suo caso,non avendo parametri di riferimento relativi agli ultimi 5 anni,non puo' essere determinata la rilevanza clinica.Consiglierei di monitorare,nel tempo,i livelli ormonali (non piu' di 1-2 volte all'anno) e di decidere se e cosa fare sotto l'egida di un esperto andrologo.L'attivita' sportiva puo' avere un ruolo ma non tale da giustificare una terapia che,oltre all'eventuale effetto "dopante",puo' stimolare una "prostata silente".Cordialita'.
[#2] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile Utente,
un calo del testosterone come correttamente sottolineato dal Collega Izzo si verifica con il passare degli anni. Nel suo caso il testosterone mi sembra al di sotto dei limiti di norma. Prenderei in considerazione un controllo del testosterone totale ed una valuatazione andrologica.

Cordiali saluti