Utente 103XXX
Salve.
Ho 36 anni e da quasi 7 mesi ho diversi problemi che immagino possano essere di origine cardiaca.
Sette mesi fa' mi sono svegliato con il viso e le mani piu' gonfie del solito e con un senso di vertigine e leggerezza alla testa.
Da quel momento in poi quella sensazione si e' presentata quasi quotidianamente insieme ad alcuni casi di "quasi svenimenti".
Ho fatto un elettrocardiogramma sotto sforzo che non ha evidenziato problemi.
Nel corso dei mesi si sono presentati altri sintomi come un fastidio alla nuca, pesantezza delle gambe(spesso) e delle braccia( specialmente quello sinistro) accompagnati da una stanchezza diffusa e da saltuaria tachicardia, leggeri dolori in alcuni punti del torace e formicolii ai piedi e alle dita delle mani.
Tre mesi fa' ho passato una settimana in una localita' a 2000 metri e ho avuto alcune crisi durane le quali facevo fatica a stare in piedi.
Un medico mi ha detto che potrebbe essere un problema legato all'ansia.
Vorrei sapere il suo parere perche ansia a cardiopatie immagino richiedano diversi trattamenti.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la sintomatologia da lei riferita è molto aspecifica e non correlabile ad una patologia organica specifica. Le sue indagini cardiologiche sarebbero meritevoli almeno di un ecocardiogramma per escludere del tutto il sospetto di un'eventuale ma remota ipotesi di cardiopatia. Effettui inoltre delle analisi ematochimiche generali per poi sottoporsi ad una visita medica generale e allontanare ogni sospetto di malattia.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la pronta risposta.
Faro' sicuramente le analisi da lei consigliate.
Volevo porle un'ulteriore domanda.
Ammettendo che il mio problema e' riconducibile all'ansia, il protarsi di questa situazione fisica puo' portare a cronicizzare i sintomi o comunque a problemi piu seri?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Seri problemi di salute li escluderi, più che altro può limitare la sua vita di relazione e la qualità della sua vita.
[#4] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Martino,
seguendo il suo consiglio, ho fatto gli esami ematochimici risultati nella norma a parte i trigliceridi lievemente alti(196) e il rapporto tc/hdl di 5.6.
Ho inoltra fatto un ECO che ha evidenziato un una IM lieve con normale performance del Vsn e una IT lieve con normale pressione polmonare.
Alla luce di questi risultati pensa che la sintomatologia descritta nel primo consulto sia dovuta ad uno stato ansioso o in qualche modo generata da queste insufficienze mitraliche e tricuspidali?
Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non ritengo la sua sintomatologia afferibile a problemi di natura cardiologica. Effetui una dieta e nel caso avesse di nuovo a lamentare sensazioni di svenimento, esegua un Holter ECG ed una consulenza neurologica.
Saluti