Login | Registrati | Recupera password
0/0

Sospetto fecaloma

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006

    Sospetto fecaloma

    Qual'è il metodo diagnostico più indicato per localizzare un fecaloma situato nel colon trasverso?
    Quando lassativi ed enteroclismi si dimostrano inefficaci cosa altro si può fare?
    Grazie!



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 173 Medico specialista in: Chirurgia oncologica

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Chirurgia generale

    Risponde dal
    2006
    Un fecaloma nel colon trasverso?non ci credo.Possibile la presenza di materiale fecale nel colon trasverso , ma con una consistenza diversa dal fecaloma.Se non ci sono ostacoli a valle ,tale materiale prima o poi raggiungerà l' ampolla rettale e potrà trasformarsi in un fecaloma.Chiarisca con il suo medico curante il problema della sua stipsi o della sua defecazione ostruita.Sono a sua disposizione per ulteriori chiarimenti.Dott. Giuseppe D 'Oriano



  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 983 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Perfezionato in:
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2000
    Concordo sulla eccezionalità (?) di una simile localizzazione. Sarebbe opportuno sapere i precedenti che hanno condotto a questo improbabile (ma non impossibile !) sospetto diagnostico. Potrebbe trattarsi di una coprostasi. Per caso usa farmaci per il parkinson ?



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 15 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Senologia

    Risponde dal
    2006
    Un fecaloma nel colon trasverso si associa anche a feci più a valle. Concordo con i colleghi che le hanno risposto prima di me sulla eccezionalità del caso. Consiglio di eseguire accertamenti strumentali con colonscopia dopo adeguata preparazione intestinale. La invito a rivolgersi al suo medico Curante.



  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006
    E' la seconda volta che tento di inviare una descrizione dettagliata ed ogni volta non viene inoltrata per asserita mancanza di login.
    E' un vero peccato che un'iniziativa tanto lodevole come la Vostra venga vanificata da banali disfunzioni del Vostro sito.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 173 Medico specialista in: Chirurgia oncologica

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Chirurgia generale

    Risponde dal
    2006
    Quando si verifica questo inconveniente ,proceda in questo modo:clic con il tasto destro sul testo che ha scritto, esegua seleziona tutto, cosi il testo apparirà in nero,clic sempre con il tasto destro sul testo in nero ed esegua copia ,adesso esegua il login,ritorni al quadro di inserisci testo, nel quadro clic con il tasto destro ed esegua incolla e poi una volta che è riapparso il testo che lei con cura aveva preparato ,lo invii.



  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2006
    Ho sempre avuto periodi lunghi di stipsi seguiti da una o due scariche diarroiche.
    Da fine maggio però avevo avuto un periodo di quasi due settimane solo con evacuazioni ridottissime di feci liquide, lassativi ed enteroclismi erano quasi senza effetto, per cui mi era stato diagnosticato un fecaloma; poiché però il retto era libero si era supposto che il fecaloma fosse localizzato nell'intestino crasso.
    In qesti ultimi giorni la situazione si è risolta non so se spontaneamente o grazie a un prodotto di erboristeria ("Sollievo"), però mi era rimasto il dubbio di cosa fare se il problema si fosse ripresentato: come localizzare un fecaloma e come eliminarlo se lassativi ed enteroclismi si fossero dimostrati inefficaci.
    Grazie vivissime per il vostro interessamento e congratulazioni per la iniziativa di questo sito.



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 48 Medico specialista in: Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Chirurgia generale

    Risponde dal
    2006
    Caro Utente,
    comunque, anche se i suoi sintomi si sono risolti concordo con i colleghi che le hanno consigliato di eseguire una colonscopia.
    Auguri
    Dott. Attilio Nicastro



Discussioni Simili

  1. Esito colonscopia: infiammazione cronica?
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 02/08/2006, 11:44
  2. Rettocolite ulcerosa?
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07/04/2006, 19:50
  3. Una trasmissione televisiva ho sentito parlare
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23/09/2006, 18:03
  4. Una colonscopia
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13/11/2006, 23:24
  5. Ernia e bruciori
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 23/12/2006, 01:12
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896