Utente 272XXX
Gentili medici,

nell'ultimo mese ho avuto alcuni episodi di vertigini soggettive, che vado a descrivere.
In un caso, subito dopo pranzo, mentre stavo raccogliendo un oggetto da terra. La vertigine è durata 2-3 secondi.
In un secondo caso, verso la fine del pranzo, mentre stavo chiacchierando con dei colleghi. Durata 4-5 secondi, con un po' di sudorazione.
In entrambi i casi, tranne forse una sensazione di digestione lenta, non ho avuto alcun altro problema.
Anche negli anni scorsi ho ricordo di episodi analoghi, magari verificatisi se dopo pranzo mi mettevo al computer.

Il 15 Febbraio scorso, ho svolto in Belgio una visita e delle analisi per il controllo annuale previsto dal mio datore di lavoro (un lavoro d'ufficio). Esame audiometrico, esame vista, urine ed RX torace non hanno evidenziato problemi.

Le analisi del sangue, considerate "normali" dal medico, hanno evidenziato 3 parametri leggermente mossi:
Formula Monociti, 7.6 % 1000/mm3 (valore di rif entro 7.2). Linfociti, 47 % 1000/mm3 (valore di rif entro 44). Trigliceridi 37 (valore di rif maggiore 40).

Poiché mia madre ha avuto problemi di vertigini posizionali ostinate (come potete leggere in uno dei consulti richiesti da me tempo fa), mi chiedevo se quesit episodi pottrebbero essere relativi a disturbi del labirinto, della digestione o se non destano preoccupazione.

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, gli episodi da lei segnalati, in corrispondenza dell'evento digestivo, fanno supporre che esse debbano ascriversi ad ipertono vagale con vertigini susseguenti a bradicadia e calo pressorio. Tuttavia le vertigini sono "purtroppo" patologia multisciplinare a diversa pertinenza: otorinolaringoiatrica, neurologica, cardiologica, ortopedica. Se il disturbi dovesse ripresentarsi ne parli dapprima con il curante, sarà più semplice così indirizzarla verso il collega specialista più idoneo al suo caso.
Saluti