Utente 127XXX
02/05/03 ho ricevuto questa mattina l'esito di una tac su mia madre che recita cosi:

L'esame è stato eseguito previa opacizzazione delle anse intestinali per os, prima e dopo infusione endovenosa di mdc, con tecnica multifasica.
Il IV segmento epatico è estensamente occupato da una voluminosa lesione solida, disomogenea, prevelentemente ipodensa con presenza di alcune componenti ad elevata impregnazione contrastografica in fase arteriosa.
Essa assume ampia superficie di contatto con la parte mediale della colecisti che appare aumentata di volume e nel cui infundibolo è identificabile una formazione calcolotica.
A carico del II e del III segmento epatico si rilevano alcune formazioni nodulari satelliti, ipodense con diametro massimo di circa 1 cm. Altra formazione nodulare disomogeneamente ipodensa con diametro di circa 15 mm è apprezzabile nel V segmento, in sede pericolecistica.
Non vi sono sicuri elementi di giudizio circa la natura primitiva o secondaria della lesione, pertanto si consiglia approfondimento diagnostico con esame bioptco.
Non si documentano alterazioni tdm a focolaio a carico di altri organi parenchimatosi dell'addome superiore, nè tumefazioni adenopatiche intra e retro-peritoneali.
Non è presente liquido libero in tutti gli ambiti addominali.

Sono distrutto dal dolore vorrei un consiglio.
Ad oggi 20/05/03
Dopo la biopsia si è certi che il problema è alle vie biliari (primitivo)
La prego di darmi un consiglio.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Carlo Anselmetti
20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2002
gentile Signore,
purtroppo la TC di sua madre descrive moltochiaamente una neoplasia della colecisti con metastasi epatiche. In questo caso non è possibile un intervento chirurgico che viene escluso dalla presenza di metastasi epatiche. Purtroppo la chemioterapia e la radioterapia non danno buoni risultati in questo tipo di tumore anche se comunque proverei una prima linea di terapia. Qualora lin futuro a neoplasia determinasse una infiltrazione delle vie biliari con comparsa di ittero potrebbe essere utile il posizionamento di un drenaggio biliare e eventualmente di una protesi biliare per ridurre i sintomi.
Distinti Saluti