Utente 104XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 23 anni e da poco ho riscontrato problemi alla mandibola. Premetto che sin da piccola ho sempre effettuato visite periodiche dal dentista di fiducia senza mai aver riscontrato particolari problemi, nè per quanto riguarda la dentatura nè per la masticazione (non ho mai portato apparecchi).
Negli ultimi mesi mi è successo in rari episodi casuali sia a destra che a sinistra (non accompagnati da nessun tipo di trauma)di sentire la mandibola bloccata, ossia non riuscire ad aprire la bocca più di 2cm circa. Gli episodi non erano accompagnati da particolari dolori, soltanto da un fastidio a livello della mandibola vicino all'orecchio. Questi episodi si risolvevano al massimo in qualche ora.
La scorsa settimana mi è successa la stessa cosa sul lato sinistro, ma la mandibola è rimasta bloccata in quella posizione e lo è tuttora, limitando fortemente l'apertura della bocca accompagnata da dolore. Dietro prescrizione di un chirurgo maxillo facciale ho effettuato una risonanza magnetica delle art. temporo mandibolari della quale riporto il referto; gradirei ricevere il vostro spettabile parere in merito alla diagnosi e ai metodi di cura (in quanto pur prenotando la visita di controllo dallo specialista privatamente, i tempi d'attesa sono lunghi e vorrei togliermi qualche preoccupazione)

INDAGINE ESEGUITA SU PIANI SAGITTALI OBLIQUI, COMPARATIVAMENTE, SIA A BOCCA APERTA CHE A BOCCA CHIUSA.
A DESTRA IL CONDILO MANDIBOLARE E' DISMORFICO, RIMANEGGIATO A CONTORNI IRREGOLARI, SQUADRATO, LEGGERMENTE RETROPOSTO.
LO SPAZIO ARTICOLARE E' SLARGATO, ASIMMETRICO.
IL DISCO ARTICOLARE E' TOTALMENTE DISLOCATO IN AVANTI. IL MOVIMENTO DI ESCURSIONE ANTERIORE A BOCCA APERTA E' FORTEMENTE LIMITATO E NON CONSENTE LA RICATTURA DEL DISCO (LUSSAZIONE IRRIDUCIBILE). A SINISTRA ESISTONO ALTERAZIONI MORFOLOGICHE DEL CONDILO MANDIBOLARE DI ENTITA' INFERIORE CHE DAL LATO DESTRO CON DISCRETO SLARGAMENTO E ASIMMETRIA DELLO SPAZIO ARTICOLARE. IL DISCO ARTICOLARE ANCHE DA QUESTO LATO RISULTA TOTALMENTE DISLOCATO IN AVANTI E NON VIENE RICATTURATO DAL CONDILO MANDIBOLARE NEL MOVIMENTO DI BOCCA APERTA, PERALTRO ESTREMAMENTE LIMITATO.

Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
il chirurgo maxillo-facciale Le ha prescritto l'accertamento diagnostico più opportuno, dato che ha dimostrato segni di patologia, che probabilmente aveva sospettato.
Molto probabilmente Lei ha una sofferenza artrosica bilaterale delle articolazioni temporo-mandibolari.
Non necessariamente vi sono indicazioni chirurgiche, e spesso il trattamento può essere conservativo (applicazione di placca di svincolo, fisioterapia, artrocentesi,...).
Le indicazioni ad ogni tipo di trattamento, tuttavia, possono essere poste solo dopo un accurato iter diagnostico.
Penso sia opportuno che Lei si rivolga al chirurgo che Le ha opportunamente prescritto la risonanza magnetica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Concordo sul fatto che normalmente il trattamento di queste problematiche è NON CHIRURGICO.
Si avvale essenzialmente di bite ed eventuale fisioterapia. Lo specialista di riferimento, tuttavia, è in tal caso l'odontoiatra specializzato in gnatologia o ortodonzia
[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mi Dr. Miotti e Dr. Spinelli,
Vi ringrazio sentitamente per le celeri ed esaustive risposte.
Manterrò comunque l'appuntamento per avere un parere dal chirurgo che mi ha prescritto l'esame, dopodichè mi riovolgerò allo specialista in gnatologia o ortodonzia da Voi gentilmente suggerito.

Distinti saluti.