Utente 728XXX
Gentili medici, vorrei esporvi il problema della nostra coppia.
Ho un compagno della mia stessa età (49 anni) che ha due figli e che è rimasto vedovo da due anni. Il suo problema è la mancanza quasi totale di erezione associata ad eiaculazione precoce. Di conseguenza i nostri rapporti sessuali sono rivolti ad altre pratiche. Lui è molto avvilito per questo motivo ed attribuisce questo problema al fatto di non aver avuto più rapporti sessuali da tantissimo tempo. Io credo sia un fattore di carattere psicologico, ma vi chiedo per cortesia, di consigliarmi cosa fare per risolvere o perlomeno migliorare la situazione. Io faccio di tutto per aiutarlo essendo comprensiva e non colpevolizzarlo, sperando che col mio aiuto possa migliorare, ma leggendo altri vostri consulti, mi rendo conto che forse la mia buona volontà non basta.
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che vorrete dedicarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Ritengo la problematica piuttosto meritevole di una consulenza urologica reale e non telematica, anche perchè ammesso che ci sia una forte interferenza psicogena, vanno esclusi motivi funzionali ed organici e per questo è necessaria la vecchia sana visita.
Potrebbe essere molto utile eseguire il dosaggio degli ormoni ed altri esami di base che saprà consigliare l'urologo della vostra zona cui vi riferirete. Spesso per esperienza sono sufficienti cicli di test farmacologico con prodotti adatti alla riabilitazione dei corpi cavernosi.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
cara signora, sicuramente può esisterci una componente psicogena, prima di dare la colpa alla psiche sarebbe opportuno escludere altre cause sia di tipo vascolare che metaboliche per tanto è consigliabile di sottoporsi ad una visita andrologica.
[#3] dopo  
Utente 728XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio innanzitutto per la celerità delle vostre risposte. Faremo come ci consigliate. Vi informerò poi della situazione. Grazie ancora
[#4] dopo  
Utente 728XXX

Iscritto dal 2008
Gentili medici, desidero informarvi sugli sviluppi della situazione che tempo fa vi ho illustrato. Il mio compagno si è recato presso un andrologo. Il medico in questione ha osservato una fimosi (il frenulo credo) del pene che col tempo è diventata piuttosto callosa e che a suo parere, è la causa principale dell'eiaculazione precoce. Quindi, dopo una visita locale, anche piuttosto dolorosa, gli ha prescritto solamente dei farmaci, tra cui anche il Viagra, senza richiedere alcun tipo di accertamento. Io credo che questa sia una soluzione troppo semplicistica e quindi chiedo a Voi se invece debba rivolgersi ad altro medico e farsi prescrivere degli esami specifici. Spero vogliate rispondermi e vi chiedo un'ultima cosa: vi è una struttura a Palermo, che possa trattare in modo serio questo problema.
Vi ringrazio della vostra disponibilità