Utente 935XXX
Salve gentile dottore,
ho 17 anni ed è da un anno a questa parte che soffro di una specie di tachicardia. Tutto avvenne una sera che in seguito ad una fumata (spinello) il cuore mi iniziò a battere velocemente ma dico velocissimissamente, sembrava balzare fuori dal corpo . Smisi di fumare ora fumo solo sigarette e questi distrubi continuano ad esserci una volta ogni 3 settimane. Ho fatto vari esami ma nn è risultato niente apparte un po di glicemia bassa. Esame tiroide tutto bene e ho impiantato anke un holter e non ha rilevato nnt (anke se quel giorno stranamente non avvertii alcun lieve disturbo nemmeno lieve).Non faccio uso di sostanze eccitanti quali caffè tè o altro. Fumo pokissime sigarette 1 o 2 al giorno......Ho notato ke anke dopo aver mangiato molto avverto una sensazione di pienezza ma dopo un po mentre cammino sento disturbi al cuore come se sta per prendere la rincorsa e iniziare a battere velocissimamente madurano qualke secondo.Nella visita cardiologica visto il referto hanno detto che non ho niente, ma io continuo ad avvertire tali disturbi.Una mattina a scuola in seguito ad una corsa il cuore iniziò a battermi velocissimissimamente ma davvero veloce per circa 2 minuti poi riprese il suo battito regolare.Anke dopo un lieve sfrozo il cuore sembra procedere irregolarmente a differenza dei miei aMICI che non avvertono disturbi .Tuttavia dopo un lieve sforozo mi sento subito affannoso.Tali episodi come già ho detto non accadono sempre dopo una corsa ma quando accadono avvengono anke se sto in posizione ferma. è come se il cuore dopo aver sofferto e accumulato per 2 o 3 o 4 settimane tante corse o sforzi si sfogasse e inzia a battere in modo straordinariamente veloce. Sono preoccupato ki mi dice ke sonofattori di crescita ki mi dici di non esagerare con l'uso di nicotina o bevande alcoliche.Tuttavia io non esagero ma faccio ciò che fanno quasi tutti ma a me a tutto ciò sembra che reagisco differentemente da tutti gli altri.Non so proprio come fare so solo ke non posso tollerare questo. La ringrazio anticipatamente ,affinchè lei gentile dottore possa aiutarmi a capire di ke problema si tratta e in ke modo posso risolverlo in modo tale daessere felice senza problemi di questa natura.Di nuovo grazie, attendo risposte!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Purtroppo finchè non si riesce ad eseguire un trcciato o un monitoraggio Holter durante le sue crisi non è possibile porre una diagnosi certa e quindi una eventuale terapia adeguata, se necessaria. . Dovrebbe tranquillizzarla il fatto che uno specialista abbia escluso patologie di rilievo (riferisce l'esecuzione di una visita da un cardiologo).
Valuti insieme al suo medico la possibilità di eseguire una prova da sforzo (visto che riferisce la correlazione tra i suoi sintomi e sforzi).
A disposizoione per ulteriori consulti.