Utente 104XXX
Ciao sono Enrico,ho 23 anni.
Dall'eta' di 6 / 7 anni ho problemi di stipsi.Non una comune stitichezza,almeno nei casi da me conosciuti.Sono arrivato a stare un mese senza defecare.Ho cambiato ospedali, medici, tutti che mi hanno detto di controllare l'alimentazione ma nulla piu.Per un periodo si parlo' di "megacolon" ma superati i 16 anni, questo problema sembrava essere sparito;si presentava una/due volte l'anno, ma veniva superato.Ultimamente,circa 3 mesi fa e' risorto.Questa volta in forma piu complessa tanto che sono stato ricoverato in chirurgia d'urgenza dove mi hanno fatto evacuare con ben 3 clisteri.Uscito dall'ospedele ho controllato nuovamente l'alimentazione e andavo al bagno regolarmente.In tutta franchezza la "dieta" l'ho lasciata dopo poco ma non avendo piu problemi e andando al bagno regolarmente ho continuato per la mia strada.In questi giorni sto riavendo questo problema.per evitare di intasarmi ho subito fatto uso di perette e clisterini ma senza nessun risultato.So di essermi prolungato ma io penso che nn sia solo questione di stipsi,a me spesso manca lo stimolo e le feci rimangono molto alte.Qui formano il tappo che sono costretto poi ad evacuare con l'aiuto di grossi clisteri.Potrebbe esserci un problema anche di recettori o cose simili?

spero di non aver sbagliato la scelta dello specialista,solitamente ho avuto a che fare con loro.

Saluti,Enrico

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Una stipsi di questo genere e' senza dubbio un problema da affrontare con la massima attenzione. Pero', vede, purtroppo non ci sono molte alternative "naturali" alla dieta. Alla sua giovane eta' prescrivere farmaci e' poco consigliabile. E' un problema che va risolto giorno per giorno, dedicando al suo intestino un'attenzione che oserei definire maniacale. Non esistono bacchette magiche, solo una paziente e continua cura della funzione in oggetto.
Una visita medica con un coloproctologo forse potra' aiutarla a mettere in atto una strategia a lungo termine che non manchera' di dare i suoi frutti.
Cordiali saluti