Utente 104XXX
Gent.mi Dott.ri, sono un ragazzo di 33 anni vi espongo il mio quesito:
Da circa 1 mese ho riscontrato un calo in termini di persistenza durante l'erezione, mi spiego meglio durante il rapporto il pene viene meno e torna alle sue dinmensioni normali. Questa situazione mi è capitata 5 giorni di seguito.
Sono andato da un andrologo, il quale mi ha visitato e mi ha prescritto i seguenti test. dall'esame di laboratorio è emerso :

S-Creatinina valore riscontrato 1.03 mg/dL (valore di riferimento 0.60-1.20)
S-LH valore riscontrato 6.4 mUI/mL (valore di riferimento 1.5-9.2)
S-FSH valore riscontrato 4.9 mUI/mL ( valore di riferimento 1.0-14.0)
S-Prolattina valore riscontrato 11.5 ng/mL (valore di riferimento 2.6-13.0)
S-17 Beta estradiolo valore riscontrato 23.7 pg/mL (valore di rifer. 20.0-75.0)
S-Testosterone valore riscontrato 5.9 ng/ml (valore di riferimento 1.8-7.8)
S-Testosterone Libero valore riscontrato 21.0 pg/mL (valore di rif. 5.5-42.0)

Cosa ne pensate di questi valori ?
inoltre voglio far presente che ho una leggera curvatura del pene verso sinistra
Attendo notizie della mia situazione clinica grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,alla luce dei valori riportati,il quadro ormonale mi sembra equilibrato.Se il problema persiste é il caso di eseguire un ecocolordoppler penieno.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

i suoi valori ormonali sembrano nella norma.

Sulla leggera curvatura del suo pene verso sinistra è difficile metterla in correlazione con il suo disturbo erettivo anzi , da come ce la descrive , sembra un problema secondario.

Sul suo problema clinico poi potrebbe essere utile una valutazione "vascolare" tramite ecocolordoppler dinamico delle arterie peniene ma qui bisogna sentire in diretta il suo andrologo.

Nell'attesa di un nuovo controllo, se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio i dottori del loro consulto e della celere risposta. Grazie