Utente 104XXX
salve.
da qualche anno mi masturbo con regolarita e senza alcun problema. negli ultimi tempi mi masturbo con una frequenza molto bassa(2 o massimo 3 volte al mese). dalle ultime quattro volte,pero, c'e qualcosa che non va: dopo essermi masturbato,senza alcun problema e sempre allo stesso modo,passate circa 2 ore di tempo,la pelle che ricopre il pene,intendo sia la parte prepuziale sia il resto fino all'attaccatura del pene,si gonfia progressivamente in modo anomalo.
tale gonfiore interessa solo la pelle e non il glande ne i corpi cavernosi o altro.la pelle risulta gonfia e di conseguenza piu dura ma _non arrossata ne lacerata o screpolata o di colore diverso_.
il pene ritorna gradualmente alla normalita dopo 4-5 giorni.
c'e da dire che il tempo che impiego per masturbarmi e sempre stato abbastanza prolungato ma non provoco mai una pressione o sollecitazione tale da giustificare tale situazione(anche perche utilizzo un gel lubrificante dermatologicamente testato).
inoltre subito dopo utilizzo un sapone intimo lenitivo e decongestionante apposito,quindi si puo escludere una mancanza di igiene.
e importante sottolineare che il gonfiore non mi provoca alcun dolore fastidio o problema. teoricamente basterebbe astenermi dalla masturbazione.
anche se e sicuramente una cosa da niente c'e comunque qualcosa che non va e che va risolto,sopratutto perche mi capita solo da poco tempo e non e mai successo prima.
la mia domanda è:alla luce di questa accurata anamnesi secondo voi di cosa si potrebbe trattare? come mi dovrei comportare e in che modo si potrebbe risolvere? grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,probabilmente la causa del Suo problema é un difficoltoso ritorno linfatico che,spesso,é favorito dalla brevità del frenulo ed esaltato dalla masturbazione che,in genere,non prevede una lubrificazione.Approfitti per consultare un esperto andrologo per chiarire i (leggittimi) dubbi sulla genitalità riproduttiva e sessuale.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
sarebbe comunque opportuno che la valutazione del pene fosse fatta dall'andrologo mentre lei ha in atto la fase di edena cutaneo.
[#3] dopo  


dal 2009
egregi dottori:grazie per le risposte.

la settimana prossima andro dal medico di base che sicuramente mi indirizzera anche verso un andrologo.
volevo specificare anche che le vene e i capillari visibili su tale tessuto non risultano gonfi,cio fa escludere un mancato deflusso o ristagno di sangue.
inoltre sottolineo che subito dopo la masturbazione il pene ritorna tranquillamente in condizioni normali e solo dopo circa 2 ore incomincia tale processo.

per il dott. IZZO:
puo illuminarmi sul concetto di "difficoltoso ritorno linfatico"? inoltre come si potrebbe spiegare la comparsa di tale fenomeno solo recentemente?

per il dott PESCATORI:
parlando telefonicamente con il mio medico di base, anche lui ha parlato di edema. e sicuramente opportuno andare dall'andrologo con tale situazione in corso ma ho paura ha riprovocarla: rischio qualcosa se lo faccio di nuovo?

vi ringrazio per le ulteriori risposte che mi darete e se vi fa piacere vi terro aggiornati sulla situazione.
[#4] dopo  


dal 2009
ok sono stato dal medico e siamo riusciti a risolvere,non c'e stato nemmeno bisogno di andare dallo specialista.
grazie di nuovo a tutti.........