Utente 104XXX
salve ho 26 anni e da qualche giorno a questa parte noto il bisogno di urinare più frequentemente del solito, ed una diminuzione dell'intensità del getto. Non ho bruciori nè altri disturbi. Questa situazione si è manifestata dopo un periodo di attività sessuale abbastanza intensa (mediamente 5 volte al giorno tutti i giorni). C'è una qualche correlazione fra le due cose? Da 3 giorni non ho nè rapporti sessuali nè sono ricorso alla masturbazione e mi sembra che la situazione dell'urinazione frequente stia lentamente tornando alla normalità. Dovrei andare da un medico per una visita? Aspettare qualche giorno? Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Le ricordo che l'apparto e' uro-genitale,per cui,ad esempio,una prostatite (infiammazione della prostata che produce il 40% dello sperma) puo' dar luogo ai sintomi riferiti,specie quando l'attivita' sesuale e' cosi' intensa...(beata gioventu').Se la sintomatologia urinaria regredisce,la necessita' di un controllo andrologico rientra nella normale esigenza che qualsiesi uomo ,dopo i 20 anni,dovrebbe soddisfare...a bocce ferme. Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore modificazioni repentine dell'attività sessuale (o in eccesso o in difetto) possono alterare il normale stato della prostata, determinandone una congestione. Ciò che lei riferisce circa i sintomi comparsi e allo stesso modo in via di risoluzione è assolutamente tipico della congestione prostatica. Le suggerisco di attendere qualche giorno ancora e verificare la scomparsa degli stessi. Se così sarà poi dovrà solo regolamentare meglio la sua attività sessuale ed evitare l'uso di alcolici e di birra per un po' di tempo unitamente ad una corretta e variata dieta. Diversamente se i sintomi dovessero persistere è opportuno che lei consulti un urologo nella sua zona di residenza per inquadrare meglio il problema e cercare di trattarlo.
[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille per la tempestività delle risposte. ad oggi sono tre giorni e mezzo che mi astengo da rapporti sessuali ed autoerotismo, ed effettivamente mi sembra che la situazione sia ritornata quasi alla normalità. ormai urino regolarmente... quanto tempo mi conviene aspettare prima di riavviare una normale attività sessuale? grazie ancora!
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il problema e' la "normale attivita' sessuale"...Cordialita'.