Utente 157XXX
Buongiorno, nel 2002 sono stato sottoposto ad un intervento di varicocele bilaterale. Mentre 3 settimane fa ho subito un intervento di idrocele al testicolo destro. Vorrei sapere quando è possibile riniziare a far sport, a fare attività più pesanti e a riprendere rapporti sessuali.
Inoltre l'anno scorso ho fatto uno spermiogramma i cui risultati sono:
Volume 5,2 ml
pH 7,2
colore avorio
viscosità nella norma
liquefazione dopo 60 min completa
agglutinazioni assenti
N° spermatozooi per ml 100
Milioni per eiaculato 520
Motilità percentuale dopo 60 min
Tipo a lineare attiva 40%
Tipo "b" lineare non attiva 20%
Tipo "c" non progressiva 20%
Tipo "d" immobili 20%
Motilità dopo 120 min
Tipo "a" lineare attiva 40 %
Tipo "B" 20 %
tipo "c" 15 %
tipo "d" 25%
Esame morfologico
Forme normali 48%
Anomalie della testa 36%
Anomalie tratto intermedio 11%
Anomalie della coda 5%
Cellule rotonde
Milion per ml 0,2
Cellule della spermatogenesi 98%
Leucociti 0%
Cellule epiteliali presenti
Emazie Assenti
Batteri Assenti

Volevo sapere gentilmente come valutavate Voi dottri questo esame e se è necessario eseguirne un altro dopo esser stato operato per idrocele.
Ringrazio e porgo distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
impossibile la valutazione corretta di questo esame del liquido seminale, eseguito dopo intervento di correzione di varcicocele bilaterale, senza visionare quelli precedenti all'intervento e quelli eseuiti a tre e sei mesi dallo stesso.
Son trascorsi alcuni anni. Spero Le siano stati consigliati questi controlli, insieme agli opportuni esami ecocolorDoppler dei vasi spermatici.
Io ritengo che un controllo seminale sia opportuno anche dopo la correzione dell'idrocele.
Faccia visionare il tutto al Collega che La sta trattando.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
nel complesso direi che la qualità seminale (dell'anno scorso) non è affatto male.
Sarebbe davvero utile poter confrontare questo spermiogramma con i due che deve aver fatto prima dell'intervento di varicocele bilaterale.
Anche io credo sia corretto un controllo seminale anche dopo la correzione chirurgica dell'idocele.
Riguardo i quesiti che poneva direi che i rapporti sessuali può riprendere ad averli senza problemi. In quanto a riprendere sport e attività fisica pesante dipende dalla sua situazione fisica attuale. Se non ha nessun distubo, con attenzione, può anche ricominciare. Io però mi farei per sicurezza vedere da chi la segue per avere il benestare.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
per il controllo del liquido seminale ,dopo l'ultimo intervento di idrocele , aspetterei i canonici tre mesi dal trattamento chirurgico. Fatto questo ricontatterei lo specialista che l'ha operato.
Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Ringrazio innanzitutto per le gentili risposte.
L'unico esame spermatico che ho effettuato dopo l'intervento di varicocele è stato quello di cui ho già riportato il risultato però per mia negligenza in quanto mi era stato consigliato un esame a 6 mesi dall'intervento che non ho effettuato.
Lo spermiogramma effettuato prima dell intervento di varicocele, cioè nel 2002 dava i seguenti risultati:

Continenza 4 giorni (nel precedente erano 3):
Consistenza: normale
Fluidificazione: Fisiologica
Aspetto: Opalescente
Colore: Bianco Grigiastro
Volume: 9ml
ph: 7,5
Progressione rettilinea (I ora) 49 %
" non rettilinea (I ora) 13%
Motilità non progr (I ora) 16 %
Progressione rettilinea (II ora) 48 %
" non rettilinea (II ora) 10%
Motilità non progr (II ora) 10%
Spermatozooi (concentrazione) 47*10^6/ ml
Spermatozooi totali 423*10^6
Vitalita (HOS test) 95%
Cellule rotonde 0
CEllule infiammatorie 0
Spermatozooi anormali (criteri OMS) 86%
" normali (crit. OMS) 14%
TZI (teratozoospermia index) 1,4 %
Commento:
Astenoteratozoozpermia. difetti morfologici principalmente a carico della testa (teste piriformi) Iperposia.

Fruttosio nel liq. seminale 7,6 MMoli/L

I due esami sono stati effettuati in centri differenti. In quello di cui ho appena riportato il risultato, il prelievo veniva effettuato a casa, nel secondo (quello del 2005) il prelievo veniva effettuato in ospedale.
Altri esami di ecocolorDoppler dei vasi spermatici non mi sono stati consigliati ma, sempre nel 2005, ho effettuato un ecografia ai testicoli, il referto è stato:
"Entrambi i dididimi presentano regolari dimensioni, morfologia ed ecostruttura. Presenza di formazione cistica dell'epididimo di destra delle dimensioni di circa 5mm. Normo rappresentato l'epididimo di sinistra.
Idrocele bilaterale maggiormente evidente a destra.
Varicocele di II-III grado a sx."
L'urologo/andrologo che ha esaminato questi dati e che mi ha visitato ha ritenuto di non intervenire per l'idrocele a sinistra (che effettivamente se c'è non è molto evidente), e ha detto che non c'è varicocele a sinistra.
Vi ringrazio per gli eventuali pareri e consigli, distinti saluti.
[#5] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
lo spermiogramma pre varicocelectomia bilaterale era comunque discreto.
Quello che non mi è chiaro è che dal referto dell'eco (senza colordoppler però)fatto pre intervento di eversione della vaginale destra per idrocele evidenzia ancora varicocele sinistro di II-III grado a sinistra.
Il Collega però dice che il varicocele sinistro non c'è.
Bisogna fare un pò di chiarezza su questa cosa.
Mi sembra opportuno a questo punto che effettui un ecocolordoppler scrotale fatto in maniera corretta per capire se è ancora presente o meno un reflusso venoso patologico asinistra.

Un cordiale saluto
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non condivido le conclusioni esposte dal Collega che La sta seguendo clinicamente. Direi quantomeno superficiali ed approssimative. Forse, e mi dispiace dirlo, occorrerebbe consultare uno specilaista maggiormente orientato.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
anch'io concordo in questi casi sull'importanza di una valutazione corretta e completa fatta da uno specialista esperto e cioè da un andrologo o da un urologo con competenze andrologiche capaci entrambi comunque di valutare tutte le tematiche legate alla riproduzione umana.
Un cordiale saluto.