Utente 148XXX
succesivamente ad un'operazione di emorroidi il cardiologo mi prescrveve una visita cardiologica per delle anomalie (exsstrasistole) riscontrate durante l'operazione. Venti giorni successivi ebbi una crisi tachicardica che mi portò in ospedale dove mi calmarono il battito con flebo di corderone, diagnosticandomi un sospetto wolf parkinson white. Il giorno dopo mi recai presso l'ospedale di Lecce dove feci l'holter che mise in evidenza questa diagnosi: ritmo si nusale con frequenza compresa tra i 120 e 44 b/m frequenti e brevi periodi di aritmia sinusale, non fasica. numerose extrasistoli sopraventricolari frequentemente condotte con aberranza, ripetitive (coppie e salve) assenza di aritmie ipercinetiche ventricolari, assenza di turbe della conduzione dell'impulso, assenza di alterazioni ischemiche transitorie di st/t. non segnalazioni. portato da un cardiologo mi ha prescritto 1/4 di compressa di atenol 100 in attesa di una probabilissima ablazione prevista il 27/06. fatte le analisi del sangue riscontravo delle anomalie in alcuni valori in particolare:
ferritina 9,47; sideremia 41; mcv 74,0; hb 12,4, hct37,0;mch 24,8; mon% 11,4.
La domanda è questa: essendo un tipo molto ansiono desidererei sapere se non è possibile che questa carenza di ferro (probabilmente dovuto alle perdite di sangue aabbondanti avute prima della operazione all'eorroidi avuta il 13/05)sia all'origine dell'affaticamento del cuore e quindi delle exstrasistole, e successivamente il grado di difficoltà di questa ablazione che dovrò fare il 27/06 presso il San Raffaele di Milano. Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
l'emoglobina è buona, per cui non credo che possa influenzare il funzionamento cardiaco.
a milano sono molto bravi, vada tranquillo.