Utente 915XXX
Gentili dottori,
soffro di extrasitolia da qualche anno. E nonostante i vari controlli negativi (vari ecg, un ecocardiogramma, una prova da sforzo e un Holter 24h), non riesco a tranquillizzarmi. Le extrasistoli le avverto periodicamente. Ma quello che mi preoccupa particolarmente è il legame che ci può essere (correggetemi se sbaglio) tra extrasistoli e fibrillazione o (peggio ancora) tra extrasistoli e morte improvvisa. Se alcuni medici dicono che le extrasitoli nella pressocchè totalità dei casi sono benigne, altre volte sento invece dire che in alcuni casi (per la numerosità, l'intensità, e non so cos'altro..) possono degenerare in qualcos'altro di più grave. Ma allora è solo una questione di probabilità..?! Cioè, io devo semplicemente "sperare" che un aextrasitole o una serie di esse non degeneri in qualcos'altro??! Cosa che può succedere (magari con una bassa probabilità...ma comunque può succedere). E poi mi è successo rare volte di percepire una extrasitole più "prolungata" rispetto ad altre. Cosa poteva essere? una doppietta, o tripletta, o un breve run?! E allora...queste extrasitoli "prolungate" sono più pericolose delle altre (quelle che sento singolarmente, e che l'Holter ha registrato nonostante io nelle 24h non ne avessi avvertita alcuna)?? Come faccio a sapere cosa sono queste extrasistoli "prolungate", dal momento che registrarle sarebbe impossibile, considerando il fatto che ne avrò percepite 4/5 nella mia vita?! Credo che un Holter abbia senso solo nel caso in cui registrasse le extrasistoli. E allora..?? Il mio Holter ne ha registrate alcune atriali (niente di preoccupante secondo i medici). Ma LE ALTRE extrasistoli che io sento (quelle "prolungate")?? Potrebbero non essere sopra-ventricolari. e più pericolose di quelle registrate?
Vi ringrazio anticipatamente. Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le extrasistoli sono dei battiti precoci anomali che, potrei dire con stima pressocchè certa, preseni nel 95% della popolazione adulta. Si renderà perciò conto della benignità di tali battiti, che solo in taluni casi, ed in particolar modo in pazienti con precise alterazioni anatomiche o genetiche cardiache danno vita ad anomalie elettriche complesse. La presenza di sporadiche extrasistoli, talora anche a salve, come lei le descrive, se non costanti, ma soprattutto non prolungate nel tempo (e intendo per molti minuti, non solo per pochi secondi o attimi), sono sicuramente da considerare benigne, tanto è vero che la loro bassa frequenza non è stata rilavata dall'esame Holter ECG.
Stia pure tranquilla. Al massimo, se non per eccessiva sicurezza, si sottoponga ad un test da sforzo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 915XXX

Iscritto dal 2005
Gentile Dott. Martino,
la ringrazio per il tempestivo consulto medico. E ne approfitto per dirLe che una prova da sforzo l'ho già sostenuta un paio d'anni fa. Anch'essa con esito negativo. Anche se (sinceramente), ogni tanto quando faccio palestra (corsa o alzamento pesi), avverto qualche extrasistole sotto-sforzo (sottolineo sotto sforzo, e non nella fase di recupero). Cosa che (avvertirle sotto sforzo, a quanto ne so) è diversa dall'avvertirle DOPO lo sforzo. Ma questo avviene raramente. Cioè, la maggior parte delle volte che alzo un peso..non avvero alcuna extrasistole. E poi (ripeto) la prova da sforzo era negativa. Secondo Lei cosa può significare questo? Dovrei forse risottopormi all'esame? O è nella norma (esiste una norma?) che un uomo soggetto ad extrasitoli (come me), ne abbia anche mentre fa palestra, o meglio POSSA AVERNE anche quando fa palestra (come capita delle volte a me appunto)? Io penso questo: il fatto che io ne avverta RARAMENTE sotto sforzo, mi dovrebbe suggerire che non è lo sforzo fisico ad innescare le extrasitoli, altrimentile le avrei (o le avvertirei) OGNI VOLTA che faccio uno sforzo fisico. E poi c'è sempre il referto della prova da sforzo che "conferma" questa mia tesi. Lei che dice? E poi un'ultima cosa: le alterazioni anatomiche o genetiche cardiache che Lei cita nel testo sopra, sono riscontrabili negli esami a cui mi sono sottoposto? Se si, allora mi domando cosa si intende quando si dice che la morte improvvisa può colpire soggetti APPARENTEMENTE sani?! Cioè..quell'"apparentemente" mi suggerisce che gli esami non avessero rilevato particolari alterazioni. E allora?? Mi scusi se insisto su questo punto (quello della morte improvvisa), ma vorrei davvero trovare delle risposte (se ne esistono) ai miei quesiti (che sarebbe meglio se rimanessero tali, invece di trasformarsi in dilemmi esistenziali). Confido in un Suo commento. La ringrazio nuovamente. Cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, non si crucci più di tanto, come le ho già detto, il 95% della popolazione presenta quotidianamente delle extrasistoli, ma fortunatamente la quasi totalità non le avverte! Quando sono benigne, come ritengo sia il suo caso, ha poca importanza se si manifestino prima o dopo uno sforzo, l'importante è che non diano vita a ritmi anomali (la cui durata sarebbe di parecchi minuti e non di pochi istanti). Riguardo alla morte improvvisa, spesso colpisce soggetti paucisintomatici ma storia familiare di morti in età giovanile, cosa penso che a lei non appertenga.
Stia sereno. Saluti
[#4] dopo  
Utente 915XXX

Iscritto dal 2005
Gentile Dott.Martino,
di nuovo grazie per il suo consulto. E allora la mia prossima domanda è la seguente: c'è qualcosa che posso fare per eliminare completamente le mie extrasistoli..? Ho diminuito sensibilmente il mio vizio da tabacco, e l'assunzione di caffeina. Ma nonostante ciò continuo ad avverire extrasistoli quasi quotidianamente (anche se a periodi). Forse potrei assumere qualche sostanza particolare (potassio??)? E poi ancora, come mi devo comportare nel momento in cui avverto extrasistoli sotto sforzo (in palestra). Interrompo momentaneamente l'attività (per qualche minuto intendo..), o continuo tranquillamente ad alzare i pesi o a correre??
Grazie ancora. Cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Elimini totalmente il fumo, riduca al massimo il consumo di bevande gassate e quella a base di cola e teina. Non effettui attività sportiva dopo lauti pasti, mentre se avverte le extrasistoli durante lo sforzo, in genere l'atleta si arresta spontaneamente, anche se non ve n'è bisogno.
Saluti