Utente 157XXX
salve, sono una ragazza di 21 anni, e da 3 mesi ho notato un linfonodo del collo facilmente palpabile. ho eseguito una visita otorinolangoiatra ed è tutto ok, ho eseguito a maggio degli esami del sangue e anche quelli sono tutto ok. cosa potrebbe essere?premetto che ho i due incisivi incapsulati e non vorrei che tutto ciò dipendesse da questo. cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Cara Utente,

i linfonodi del distretto cervicale facilmente aumentano di dimensione come conseguenza di una infiammazione ed infezione dei tessuti molli del cavo orale, del parodonto e della faringe. Sicuramente la presenza dei denti incapsulati è fortemente sospetta per essere coinvolta nell'ingrandimento del linfonodo. Il suggerimento è di fare quanto prima una visita odontoiatrica ed un ortopanoramica. Assolutamente non c'è alcuna preoccupazione di ambito oncologico.

Un cordialissimo saluto

Dr. Carlo Pastore
[#2] dopo  
Dr. Andrea Bellacci
24% attività
0% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Sono in assoluto accordo con il collega Dr Pastore.
Tuttavia non ha specificato le dimensioni, approssimative, del linfonodo e se è dolente o no.
Se tende ad ingrandirsi utile visita specialistica chirurgica.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Prof. Marco Sammarco
24% attività
0% attualità
0% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Attenzione a definire subito senz'altro un linfonodo palpabile come linfonodo patologico. Nei soggetto magri è del tutto normale palpare dei linfonodi , sorpatutto delle stazioni laterocervicali, che sono del tutto fisiologici. Tuttavia una ecogrrafia con sonde di superficie puo semplicemnte studiare il linfonodo in questione e determinare i rapporti fra gli assi del linfonodo stesso che costituisce un indice di linfonodo cosidetto reattivo, cioè sede di qualche patologia , o meno.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Ragozzino
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
pur concordando con il parere dei Colleghi ed in particolare con il consiglio del Dr. Sammarco, Lei non indica la localizzazione del linfonodo, condizione indispensabile per l'ipotesi diagnostica. Ad ogni modo l'esecuzione di ecografia del collo in mani esperte permette di distinguere i linfonodi, ed eliminare le giuste preoccupazioni della paziente.
Saluti
Dr. Giovanni Ragozzino