Utente 103XXX
Egr.dottore,
tre mesi fa ho avuto un ictus emorragico senza conseguenze evidenti. Attualmente sono in cura con antiipertesivi (Norvasc, mezza compressa, Enapren, una compressa e un betabloccante il Tenormin. La pressione si e' stabilizzata su valori normaali.Le ultime analisi del sangue rivelano i seguenti valori di colesterolo:totale 221, hdl 57, LDL 134. il rapporto fra i due tipi e' inferiore a 4.5. Il cardiologo che mi ha in cura, visto che seguo gia' una dieta iposodica, molto semplice e sana,e sono normopeso, mi ha prescritto il Crestor da 10mg.La mia domanda e' questa. E' realmente indispensabile questo farmaco? E' un farmaco sicuro? E' vero che non si puo' piu' interrompere ed incide sulle probabilita' di ictus futuri? La prego di chiarire i numerosi dubbi che ho in proposito.
La ringrazio e la saluto cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in base ai suoi fattori di rischio cardiovascolare (ipertensione, ipercolesterolemia, pregresso ictus) ritengo la terapia prescrittale estremamente utile nella prevenzione di eventi futuri, così come manifestato da recenti studi internazionali. La sospensione del farmaco è sempre possibile, ma bisogna sempre considerare gli effetti benefici dello stesso rispetto alla non assunzione, infine, si può considerare un farmaco con una buona tollerabilità individuale e con pochi e reversibili effetti indesiderati.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore
La ringrazio per la risposta