Utente 104XXX
Buongiorno, ho una relazione con un ragazzo di 30 anni anche se per ora a distanza (ci vediamo nei w.e.) e c'è molta complicità sessuale, il problema è che solo di rado lui raggiunge l'orgasmo la maggior parte delle volte mantiene solo l'erezione ma non raggiunge l'apice nè c'è eiaculazione.La risposta che da sempre mi dà è che solo quando è in una situazione di massimo relax riesce a lasciarsi andare, e tra l'altro quando raggiunge l'orgasmo è assolutamente abbattuto,vive male la sua fragilità postorgasmica peraltro non ci prova neppure con la masturbazione perchè è identica la reazione.In un mese può raggiungere l'orgasmo (considerando che ci si vede solo nei w.e.)una volta al mese mentre nei periodi di maggior frequentazione può essere una volta a settimana.Mi chiedevo se ci può essere qualche ragione fisica o se è solo di origine psicologica, e se posso fare io qualcosa per migliorare la situazione.Mi preoccupo anche perchè in previsione un domani di avere un figlio non sarà certo una passeggiata in queste condizioni.
Grazie per la vostra collaborazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signorina,
difficle dirlo via internet, che quie problemi possono essere sia fisici (ostruzioni vie seminali, metabolismo alterato, ormoni o circalozione deficitari) oppure psicologici. Vista l' età è più frequente questa secondo problema, ma mi pare meglio avere una certezza dal vivo che un dubbio via internet.
Stimoli il ragazzo ad andare da un collega che lo aiuterà senz' altro e faccia saprere se vuole.