Utente 960XXX
Buongiorno,dottori.

Vorrei porvi un quesito:
da circa 3 mesi sto curando una micosi inguinale:il mio medico di famiglia mi ha prescritto l'applicazione di crema travocort 2 volte al dì.
Quello che mi domandavo io è:quali sono i tempi di cura,in media,di questo tipo di problema?A forza di applicare la crema,mi si stanno formando delle striature all'interno coscia (una molto marcata sulla parte destra,dove una striatura si è allargata a tal punto da sembrare che ci sia carne viva) che a contatto coi tessuti provocano anche dolore.

Vi ringrazio per il vostro servizio e la vostra cortesia e vi auguro buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
anche se non sempre esistono tempi standard per le terapie,solitamente quel prodotto non andrebbe dato per tempi lunghi (direi non oltre i 10 gg); a quanto mi dice sarebbe opportuno che facesse rivalutare la patologia,e riverificare la diagnosi, anche perchè la crema è una associazione cortisonico-antimicotico, che non può appunto essere data per tempi così lunghi, pena l'insorgenza di effetti avversi. L'uso per tre mesi non può essere congruo.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 960XXX

Iscritto dal 2009
Caro dr. Griselli,

La ringrazio per la cortese risposta.
Nel suo messaggio lei mi invita a far rivalutare la patologia:crede sia strano che nonostante l'uso prolungato della crema non sia ancora completamente guarito?
Il mio medico si è rivelato abbastanza sicuro della sua diagnosi,anche alla luce dei sintomi da me descritti (oltre ovviamente a quello che ha potuto verificare con i suoi occhi al momento della visita):rossore e prurito nelle pieghe inguinali e nell'interno coscia,saltuarie emanazioni di cattivo odore dalla zona interessata e,a volte,presenza di liquido giallognolo sugli slip in corrispondenza delle pieghe inguinali(giusto un alone,soprattutto in casi di eccessiva sudorazione,come ad esempio dopo attività sportive).

Allo stato attuale,il rossore nell'interno coscia è sparito:permane un leggero rossore nelle pieghe inguinali,ma non sarei in grado di stabilire se dovuto alla permanenza del fungo o se dovuto al prolungato uso del travocort...stà di fatto che se interrompo il trattamento per un giorno,nella zona interessata ho un insistente prurito,il che mi porta a pensare che probabilmente non sono ancora guarito...

Che ne pensa?Conosce,per caso,un antimicotico per via orale da poter usare,anche per evitare di sollecitare la zona interessata con l'uso di altre creme?

Porca miseria,è una cosa veramente fastidiosa...anche se ovviamente c'è molto di peggio!

Grazie ancora per il suo aiuto.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
ribadendo che non vi è una indicazione all'uso di quel topico per un periodo così lungo (3 mesi), anche per gli effetti avversi a lungo termine, non posso che riinvitarla a far controllare la sua patologia al suo medico o ALLO specialista Dermatologo, per la definizione diagnostica e lo schema terapeutico più adeguato.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 960XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottor Griselli,
giusto per tenerla informato,il mio dottore ha optato per la seguente soluzione:
2 capsule rigide Triasporin da 100mg una volta al dì per 7 giorni,e se non dovessi avere esiti positivi,visita dermatologica.

Una curiosità:leggendo il foglietto illustrativo del suddetto farmaco,afferma che "le lesioni scompaiono completamente solo dopo alcune settimane dalla fine del trattamento,contemporaneamente alla rigenerazione della pelle sana".

Che si intende,orientativamente,per "alcune"?

Saluti