Utente 158XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni e ho una cosa che mi sta angosciando.
E'da un po di tempo (forse qualche mese non ricordo neanche) che ho un dolore Inguinale -Addominale che ahime stupidamente ho diciamo superficialmente ignorato in quanto il dolore non è forte, più che altro è un fastidio e diciamo che la mia superficialità diriva anche dal fatto che sono un tipo che soffre molto al livello gastrointestinale (spesso faccio diarra) e diaciamo che questo dolore (più addominale che inguinale) l'avevo relazionato a questo problema.
Ma questo non è tutto,sempre in concomitanza più o meno con questo famoso dolore, ho anche un bruciore quando vado ad urinare, il mio medico di base mi ha fatto fare l'antibiogramma ,esame delle urine ed urinicultura con assenza di infezioni o sangue nelle urine (esame delle urine che tra l'altro ho ripetuto non molto tempo fa con stesso esito)
Fatto questo il mio medico mi ha dato Actira 500 mg e devo dire che il bruciore quando urino è diminuito abbastanza ma diciamo che dopo le eiaculazione e vado magari subito ad urinare qui sento ancora un bruciore abbastanza significativo ed oltre a cio ho un altro fastidio che consiste in un dolore quando palpo il pene alla sua base (poco sopra allo scroto) che diciamo avverto dopo l'eiaculazione o dopo aver urinato( in questo caso in maniera molto più leggera).
Ma adesso viene diciamo che ora più mi sta facendo tremare ,in questi giorni mi è passato per la testa di palpari i testicoli (premetto che fino a questa palpazione problema relativi al testicoli non ne avevo mai avvertiti) a Dx sento del dolore al testicolo quasi verso il basso nel lato di dietro.
Premetto che sono un ragazzo che soffre di fortemente di ansia ed è due giorni che mi mangia e praticamente non riesco a capire se ho dolore se è dell' epididimo o se c'e qualche nodulo, non sto capendo più niente ,ad un tratto mi sembra di essere in un mare di guai , purtroppo non ho la possibilità di andare dal medico prima di mercoledi , giovedi vi prego ditemi qualcosa altrimenti muoio d'ansia

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a parte gli affettuosi auguri, davvero non mi sento di aggiungere altro che risulti professionalmente valido e costruttivo, quindi, da un punto di vista diagnostico-terapeutico.
Ci faccia sapere cosa ne pensa il Collega che la visiterà e se lo desidera, dopo, ne discuteremo.
Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2006
Ho proprio paura di essere messo male....vabbe cercherò di andare ancor prima dal dottore
[#3] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2006
Salve dottore,sono stato dal mio dottore e mi ha dato l'ecografia dello scroto, e risulta una varicocele al testicolo Sinistro, però mi chiedo come è possibile se a me il disturbo sta a DX?
vi posto comunque i risultati

[IMG]http://img212.imageshack.us/img212/1306/diagnositk7.jpg[/IMG]
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2006
Ho sbagliato a mettere il risultato :) comunque i risultati stanno qui

http://img212.imageshack.us/img212/1306/diagnositk7.jpg
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ho letto il referto dell'esame ecografico dello scroto cui Lei si è sottoposto. E' presente un varicocele a sinistra. Giustamente viene consigliato un esame flussimetrico per la valutazione dell'entità del reflusso. Direi, per quanto riguarda questo aspetto, di aggiornarci a dopo l'esecuzione dell'esame strumentale di cui si parla. Sarebbe indicato però, a questo punto, integrare le indagini con un esame del liquidos eminale. Questo esame Le dovrebbe essere prescritto dal Collega Specialista cui Lei dovrebbe rivolgersi.
Detto questo, veniamo al fastidio a carico dell'emiscroto di destra.
Nessuno "deve tenersi un dolore". Il dolore non è un evento fisiologico ma rappresenta sempre un sintomo di "qualche cosa". Scoprire cosa sarebbe questo "qualche cosa" è specifico compito, dovere, piacere, missione, faccia Lei, di un Laureato in Medicina e Chirurgia. Da questo punto non si esce.
Come ho già scritto altre volte, non tutti i segni e i sintomi clinici riferiti nella sede inguino-addominale debbono necessariamente essere addebitati a patologie dell'apparato genitale. Nella zona esistono tutta una serie di strutture anatomiche di tipo muscolare, tendineo, legamentoso, nervoso e vascolare responsabili di affezioni più o meno gravi, di difficile diagnostica differenziale.
In quelle persone che praticano intense attività sportive i problemi a carico delle strutture anatomiche sopra accennate possono essere non solo più frequenti ma anche più eclatanti.
Non si devono trascurare quindi, ma questo è specifico compito del Suo Medico, le altre possibilità (un sospetto di ernia inguinale o crurale, una pubalgia, una cruralgia, una tendinite, una miosite, una nevrite dell'otturatorio, patologie del rachide etc. etc. etc. etc.).
Ci tenga informati.
Affettuosi auguri per la risoluzione del problema e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2006
Ho fatto l'ecocolordoppler testicolare e il dottore mi ha detto che è un varicocele di lieve entità .

Eccovi comunque i risultati
http://img81.imageshack.us/img81/6702/risultatice0.jpg

Grazie :)
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
almeno io personalmente non riesco a scaricare i Suoi dati da quel sito.
Potrebbe riassumerli in una e-mail?
Un cordiale saluto.
Prof. Giovanni MARTINO