Utente 133XXX
Circa un anno fa, dopo aver avuto rapporti, anche non protetti, con una ragazza, ho iniziato ad avvertire, circa un paio di giorni dopo, una serie di sintomi, comparsi insieme ed alcuni dei quali permangono tuttora. Ho iniziato ad avvertire un senso di profonda stanchezza e spossatezza, prurito e puntini rossi sul glande, patina bianca sulle tonsille, problemi intestinali quali borbottii, feci molli, aerofagia ed un mutato odore delle feci, vista annebbiata, secchezza cutanea.
Sono stato nei mesi successivi dal mio medico, da un dermatologo e da un gastroenterologo, fatto analisi del sangue, delle feci e tampone con ricerca batteri e miceti, tutto negativo, così come i pareri dei medici che hanno sempre liquidato la cosa con "stai bene, sarà lo stress...".
Ora, a distanza di un anno, permangono alcuni sintomi quali in particolare i puntini rossi sul glande e secchezza, mancanza di elasticità della cute del glande e una saliva particolarmente vischiosa, bianca, appiccicosa, che quando asciuga sulle labbra, lascia un velo bianco. I problemi intestinali pare migliorino assumendo fermenti lattici e con un regime alimentare senza zuccheri, pane, pizza.
Dalle mie ricerche, penso che tutti questi sintomi siano riconducibili ad un'infezione da candida, perchè però i medici non la riconoscono e nemmeno dagli esami emerge alcunchè? A quali altre patologie può essere riconducibile questa sintomatologia? Ho paura inoltre di attaccare questa malattia ad eventuali partner.
Dopo un anno non so più cosa fare, a chi rivolgermi, che esami fare.
Chiedo a voi una consulenza professionale, perchè finora di professionalità ne ho incontrata veramente poca.
Grazie mille per il servizio.






Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vittorio Crobeddu
24% attività
0% attualità
8% socialità
NOCI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
caro amico,il tuo corteo sintomatologico implica un approfondimento diagnostico su piu' fronti.Ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista in medicina interna che potra' meglio consigliarti gli accertamenti del caso.Saluti
[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Egr. Utente da Milano,
in accordo con il collega dott. Crobeddu, credo che la Sua situazione vada approfondita da un punto di vista generale, in quanto i sintomi interessano diversi apparati e potrebbe essere utile magari in accordo con il Suo medico curante, un breve ricovero di qualche giorno. Sarebbe un modo per avere consulenze multidisciplinari, nel senso che oltre ai diversi esami, riceverebbe la consulenza internistica, gastroeneterologica e non ultima dermatologica. Lo stress da solo non scatena tutti questi sintomi, altrimenti in Italia avremmo circa 58 milioni di persone con sintomi come i suoi. Sicuramente uno stile di vita molto pesante da un punto di vista emotivo, non aiuta a migliorare. Ne parli prima con il suo medico curante oppure consulti uno Specialista in Medicina Interna della Sua zona. La solita visita ambulatoriale di 5 minuti non sempre è sufficiente. Cordiali saluti.

Dott. Antonio DEL SORBO
Medico Chirurgo - Specialista in Dermatologia e Venereologia
PhD in Dermatologia Sperimentale presso il II Policlinico di Napoli
Corso Nazionale, 139 - 84018 Scafati (Salerno)
Email: antoniodelsorbo@libero.it - Sito internet: www.scafati.it
Telefono Studio Scafati: 081/8502377 - Cellulare: 338/6422985
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dottori, vi ringrazio per le risposte, anche se, sinceramente, più che tranquillizzarmi, mi hanno un po' messo in ansia...
Quello che vorrei capire è se, secondo voi, i sintomi che ho descritto possono effettivamente essere ricondotti ad una infezione da candida ed eventualmente quali altre malattie sessualmente trasmissibili possono presentare quei sintomi. Il fatto che questi sintomi si siano presentati tutti insieme dopo quella relazione mi porta a pensare che la possibile malattia sia da circoscrivere appunto tra le MTS.
Vi ringrazio per la disponibilità.