Utente 681XXX
Dato che ho 35 ma spesso dopo essere venuto faccio fatica ad avere una seconda erezione, al contrario di miei amici, mi chiedevo, proprio tecnicamente a livello fisiologico, che cosa impedisce di avere ulteriori erezioni?

In fondo il pene NON è un muscolo che si " stanca " ( microtraumi ) o in cui l'acido lattico impedisce l'arrivo dell'ossigeno per le successive contrazioni.

Ipotizzo:

Poco desiderio?
Poco testosterone ma comunque nella norma?
Poca produzione di sperma?
Altre?


Grazie

P.S.
Ho un'erezione che mi consente la penetrazione, vorrei comunque sapere se ci sono metodi tecniche stile di vita cibi farmaci che mi permettano di aumentarne la durezza senza andare necessariamente da un andrologo.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
come risposta alla sua prima domanda: il periodo refrattario dipende da sostanze che si liberano a livello del midollo spinale dopo l'eiaculazione (serotonina in particolare).
In relazione al suo PS: tutto ciò che fa bene al sistema cardiovascolare fa bene anche all'erezione.
[#2] dopo  
Utente 681XXX

Iscritto dal 2008
Innanzi tutto grazie per aver risposto cosi velocemente.

Serotonina?? ma allora è per quello che che c'è un legame tra erezione e depressione??!!

ultime curiosità, sempre per capire meglio il meccanismo dell' erezione - eiaculazione - rilascio di serotonina


Cioè se la serotonina prodotta sarà in grande quantità il periodo refrattario sarà più breve? ( c'è un modo per migliorare questo passaggio nello specifico e quindi ridurre il tempo refrattario? )

La serotonina su cosa agisce a sua volta?

Potrebbe indicarmi un testo affidabile di fisiologia dell'erezione?

P.S.
Ci sono ancora dei punti oscuri riguardanti il meccanismo dell'erezione o è stato oramai tutto spiegato?


Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

purtroppo ( o per fortuna) i meccanismi che stanno alla base dell'erezione non sono del tutto conosciuti anche se molto è stato fatto negli ultimi anni.
Non si avventuri in letture specifiche per cercare di capire il problema !
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 681XXX

Iscritto dal 2008
Per fortuna????


...il fatto è che sono un pò come il piccolo principe e rinunciare a queste risposte mi scotta un pò, per cui rimango in attesa di altre risposte; ciò non di meno la ringrazio.