Utente 976XXX
Buon pomeriggio,sono a chiedere ancora una volta un Vostro parere.A mio nipote(7mesi ed in buona salute)da un controllo periodico gli è stato diagnosticato un leggero soffio al cuore".Premetto che a Febbraio/Marzo è stato controllato dal pediatra privato-dal medico di famiglia (specializzato in pediatria) e dal pediatra della muta e solo quest'ultimo ha percepito tale anomalia.Abbiamo già prenotato l'elletrocardiogramma ma siamo un po'preoccupati.Pensate che le immagini del suo cuoricino(quando era solo un feto)erano talmente belle ed il cuore era in perfetto stato che sono state inviate a Londra per degli studi!Che ne pensate?Saluti cordiali.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'auscultazione di un soffio cardiaco è il reperto cardiologico più frequentemente osservato dal pediatra durante l'età pediatrica. Tale reperto è quasi sempre benigno ed è quasi sempre legato alla crescita e alle modifiche anatomiche cardiache, solo in pochi casi è determinato da alterazioni valvolari. Solo nei casi dubbi, il pediatra consiglia quasi sempre l'ecocardiogramma (non l'elettrocardiogramma), che permettendo la visualizzazione diretta del cuore del bambino può effettuare precisa diagnosi.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 976XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta tempestiva.Ma se ci fosse realmente qualche complicazione seria non era diagnosticabile prima?Ho letto che circa nel 70%dei bambini viene sentito il soffio al cuore che scompare con la crescita.Con fiducia e speranza attendiamo la visita.Cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Il soffio al cuore è un reperto osservabile a qualunque età, anche in età adulta. Comunque tutti i dubbi si dissolveranno presto. Saluti