Utente 837XXX
Salve, vivo in Friuli in una zona dove le zecche sono spesso portatrici dell'encefalite da zecche. Io e mio marito amiamo molto fare passeggiate in montagna e nei boschi e nonostante le precauzioni ci ritroviamo frequentemente addosso questi animaletti, tanto che per precauzione ci siamo vaccinati già da diversi anni. Abbiamo ora un bambino di due anni e mezzo che portiamo in passeggiata con noi e per sicurezza, ora che stanno per arrivare le zecche, abbiamo pensato di vaccinare pure lui. La cosa a nostro avviso ha senso soprattutto ora che lui desidera camminare da solo: ha proprio l'altezza giusta per una zecca e la pelle bella morbidina e sottile... si è persino già preso una zecca stando a casa, una volta che il padre è uscito da solo, e sebbene si fosse immediatamente tolto i vestiti li avesse scossi fuori dalla finestra, controllati e subito messi in lavatrice.

Il medico addetto alle vaccinazioni però sembra avere delle perplessità e ci consiglia di rimandare a dopo che il bambino avrà 4/5 anni, e di usare nel frattempo dei repellenti per insetti. Se richiesto però dice che non ci sono controindicazioni alla vaccinazione e non motiva le sue perplessità. Abbiamo anche letto su internet che l'encefalite da zecche non è così pericolosa nei bambini piccoli e che la sua pericolosità aumenta con l'età, quindi forse la vaccinazione non è poi così necessaria per ora.

Vorremmo capirci qualcosa per fare la scelta migliore.

Ci rendiamo conto che si tratta di una malattia molto rara, è difficile prendersela, anche andando spesso in zone con zecche infette, e talvolta la si prende e non vi sono conseguenze negative di alcun genere. Ma se nostro figlio "vincesse la lotteria" e morisse o ne avesse danni permanenti, a me e mio marito non resterebbe che spararci!!

in fondo non si vaccinano i bambini contro il morbillo per evitare complicazioni altrettanto rare?
e non è preferibile vaccinare nostro figlio una volta ogni 5 anni piuttosto che ricoprirlo in continuazione di repellenti per insetti, che per giunta sono poco efficaci?

vorremmo quindi capire se veramente vi sono controindicazioni, se vaccinare oggi nostro figlio potrebbe comportare per lui dei problemi, rischi o svantaggi di qualunque genere.

ringrazio in anticipo chi ci aiuta
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Signora le posso dire che il Ministero Sanità in relazione a possibili eventi avversi con l'utilizzo di vaccini anti TBE ne consiglia la somministrazione solo in bambini dai quattro anni in sù e naturalmente adulti