Utente 235XXX
Salve da circa due settimane sono affetta da emorrodi trombizzate molto dolorose. La cura che ho fatto finora non ha sortito alcun risultato, ho assunto pastiglie Arvenum e ho fatto iniezioni di Prisma. Mi sono quindi recata al pronto soccorso dove un medico ha effettuato un’indagine digitale (è stata molto dolorosa) dicendomi che occorrerebbe effettuare una rettoscopia ed eventualmente incidere il trombo. Il problema è che attualmente a causa del dolore lancinante è impossibile effettuare la rettoscopia e quindi l’intervento. Come si procede in questi casi? Non esistono altri esami meno invasivi? La ringrazio.
[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
in fase acuta ‘l’incisione’ dell’emorroide trombizzata è un trattamento che, permettendo la fuoriuscita del trombo e l’immediata riduzione della tensione sul vaso emorroidario, determina un significativo miglioramento della sintomatologia dolorosa.
Le consiglio di rivolgersi al Suo medico di fiducia che saprà indicarle specialista (chirurgo) in grado, dopo averla visitata, di consigliarla e curarla al meglio.
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli