Utente 678XXX
Gent.mo Professore,
sono un uomo di 67 anni e due giorni fà,preso da un attacco improvviso di libidine, mi sono masturbato-piuttosto violentemente-e il risultato finale è stato quello di una eiaculazione mista a sangue;almeno credo poichè il colore era roseo.
Non ho mai avuto problemi di questo tipo e l'unico sintomo è quello che il giorno prima sentivo come un prurito sul glande.
Ora non accuso nessun sintomo,chiaramente andrò a visitarmi ma non prima di 15 gg,per motivi personali.
A quale problema può collegarsi tale episodio?
La ringrazio per la cortese e attesa risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
una masturbazione intensa può essere causa essa stessa di sangue nello sperma. E' comunque necessario un controllo prostatico e un dosaggio del PSA: Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore

la presenza di sangue ( di colore rosso vivo o brunastro, marrone scuro) commisto allo sperma non è fenomeno di particolare gravità se si mannifesta in maniera episodica o saltuaria.
A 67 anni sarebbe opportuno essere seguiti , a cadenza annuale, da un urologo per le problematiche prostatiche .
Lo specialista potra consigliare eventuali accertamenti (esami colturali, clinici od ecografici)
Io, personalmente, non consiglio di dosare il PSA in concomitanza di un episodio di emospermia perchè potrebbe mostrare valori alterati dalla concomitante possibile patologia prostatica, ma a distanza di 10-15 giorni
Cari saluti