Utente 105XXX
Buongiorno,
ho concluso da quasi un mese una relazione di quattro anni con una
ragazza con la quale per i primi tre anni ho avuto una vita sessuale
molto attiva e senza problemi mentre nell'ultimo anno vista la sua
poca voglia di avere rapporti in luoghi occasionali le situazioni di
intimità si sono ridotte notevolmente. Ho dei problemi in famiglia con
i miei genitori sempre più vicini alla separazione, una sorella di 21
anni che fornisce poco aiuto in casa e un fratellino più piccolo di 8
anni. Ora mi sto frequentando con una ragazza ed era tutto ok finchè
non ci siamo ritrovati a letto insieme: la prima volta è andata bene
ma la terza nella stessa sera ho per la prima volta avuto problemi di
erezione ma poco dopo sono riuscito a riprendermi e a concludere. Lei
ha dato la colpa al preservativo infatti io per 4 anni non l'ho mai
usato infatti la mia ex prendeva la pillola. Sono sempre stato un
ragazzo che faceva fatica a non eccitarsi di fronte alle situazioni
anche con il più leggero velo di erotismo ma
da quel giorno non mi succede più: al mattino mi svegliavo con la
classica erezione, ora non mi succede più nemmeno quello. Se mi
masturbo guardando materiale hard riesco a raggiungere l'erezione e
anche ad eiaculare ma sinceramente sono veramente preoccupato per la
situazione anomala che si è venuta a creare. Avrei bisogno di una sua
opinione se la ritiene una cosa normale, se è dovuto dal forte stress
della rottura con la mia ex e della situazione famigliare precaria. La
ringrazio per l'attenzione dedicatami. Buona Giornata!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

ho la sensazione che si sono "addensate" sulla sua fronte diverse e pesanti nuvole che possono già da sole spiegare il suo problema sessuale.

Bisogna a questo punto consultare in diretta un bravo ed esperto andrologo , nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Quindi secondo Lei è "semplicemente" legato alla mia attuale situazione di stress? Il punto è che non so se consultare uno psicosessuologo o un andrologo. Grazie per la risposta tempestiva! Buona Giornata!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,un esperto andrologo sa coniugare gli aspetti psicologici e comportamentali con quelli funzionali del meccanismo erettile.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Sapete consigliarmi un bravo andrologo che esercita ad Asti? Ma se è una questione di stress psicologico non dovrebbe passare quando si calmeranno le acque? Sono veramente giù perchè non mi riconosco ad amare in questo modo. La mia ragazza è molto comprensiva ma io vorrei riuscire a darle tutto me stesso anche in quel campo. Posso guarire, vero? Grazie!
[#5] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Può trovare ottimi colleghi nella sua area in questo sito nella home page oppure sul sito della società italiana di andrologia.

Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

consulti anche, in prima battuta, il suo medico curante che, meglio di noi, conosce la situazione delle strutture sanitarie e di chi ci lavora nei pressi ad Asti.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com