Utente 529XXX

salve vorrei sapere a cosa servono le pillole HMB e PD157 40 poi vorrei sapere anke il colore del HMB grazie mille aspetto una vostra risposta urgentemente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'HMB è un integratore, il PD 157 è una statina, ma credo debba darmi qualche notizia in più per poterla aiutare.Saluti,
[#2] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
mio padre parecchi giorni fa si sentì male, aveva dei forti bruciori allo stomaco ke poi si sn estesi sul braccio sinistro e al petto e dietro la schiena.Lo abbiamo portato al pronto soccorso e lo hanno ricoverato x accertamenti gli hanno fatto gli analisi del sangue e non risultava niente, hanno fatto ecografiacardiaca e il cuore e sano, solo ke facendogli gli analisi dopo sei ore gli hanno trovato L' enzima cardiaco un pò alto. Gli hanno dato queste pillole PD157, che e vorrei tanto sapere a cosa serve!!! la ringrazio aspetto una vostra risposta
[#3] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
rispondetemi x favore
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la sostanza farmacologica da lei indicata, trova riferimento, da sola, nel trattamento primario delle ipercolesterolemie.
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
La sostenza da lei descritta rientra nel gruppo delle statine. Tali farmaci, nati inizialmente per la cura delle ipercolesterolemie familiari, hanno avuto successivamente un allargamento delle indicazioni. Attualmente le statine vengono utilizzate, oltre che nelle ipercolesterolemie, in tutti quei pazienti con cardiopatia ischemica accertata o che presentano, in base alla presenza di determinati fattori di rischio, un elevato livello di rischio cardiovascolare e, cioè, sono soggetti che, in base ai loro fattori di rischio, presentano un'elevata probabilità di incorrere negli anni successivi ad eventi cardiovascolari.
Come tutti i farmaci sono utilissimi quando utilizzati con le giuste indicazioni che vanno vagliate, di volta in volta, nel singolo paziente.
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille x l' informazione!! vorrei sapere un altra cosa l'enzima cardiaco leggermente alto può essere provocato da infiammazioni muscolari scheletrici? asp una vostra risposta
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Dovrebbe indicarci a quale enzima cardiaco fa riferimento.
[#8] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
no nn lo so che enzima cardiaco e, so solo ke prima gli prelevavano il sangue ogni sei ore...
[#9] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Esistono diversi enzimi cardiaci (generalmente viene dosata la troponina o il CPK). Poiché anche il cuore è un muscolo può esserci una positività di tali enzimi anche in situazioni che interessano la muscolatura scheletrica. Il dato non va mai interpretato da solo ma sempre nel contesto generale.
[#10] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
la ringrazioooo dottore
[#11] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
scusate dottore le vorrei fare un altra domanda oggi a mio padre gli dovevano fare l'ecostress solo ke nn lo hanno fatto più xkè gli hanno detto ke ha troppa muscolatura e la gabbia toracica troppo attacate quali cause posso portare? grazie mille :)
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'esecuzione dell'esame ecocardiografico riferito, richiede un'ottima finestra acustica (ossia un'ottima visualizzazione dell'immagine cardiaca), cosa che evidentemente suo padre per alterazioni anatomiche fisiologiche non presenta. In termini generali, ciò non significa nulla, tranne il fatto che suo padre dovrà effettuare, se i colleghi lo riterranno opportuno, un esame alternativo come ad es. un test da sforzo o meglio una tomoscintigrafia miocardica perfusionale a riposo e dopo sforzo.
Saluti
[#13] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
gentilissimo dottore mio padre è appena uscito da l' ospedale e gli hanno dato la cartella clinica con questi risultati: vorrei sapere se va tutto bene allora: ECG in O.B.:ritmo sinusale cn FC97min; alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione. ECG.invariato
Ecostress farmacologico:non eseguita per indeguatezza della finestra toracica
ESAMI BIOUMORALI:markers miocardiospecifici a picco TnT 0.136ng/ml; picco CK-MB massa 12.98ng/mg; colesterolo tot206mg/dl;trigliceridi 234 mg/dl; colesterolo HDL 44 mg/dl; VES 11mm/h reaz.Vidal-wright negativa;Waleer-roose negativa;nei limiti IgG,IgM,IgA e fattori del complemento;IgE 2205 Ul/ml; positività IgG per EBV, CMV ed HSV (1-2).
ECG IN DIMISSIONE:RS con FC 84/min;invariato
ECOCARDIOGRAMMA IN DIMISSIONE:qualità discreta per elevata impedenza acustica toracica: ventricolo sinistro non di, lievemente ipertrofico; ipocinesia parete antero-laterale medioapicale e postero-laterale medio-basale; FE 50%. Invariati i riamanenti parametri morfologici e flussimetrci.
RX TORACE: asimmetria toracica per scoliosi sinistro-convessa del rachide dorsale.
Presenza dibozza diaframmatica dx il cui limite superiore raggiunge la VI costa, con riferimento anteriore.
Non lesioni pleuro-parenchimali in atto. Piccolo circolo normodistribuito.Accentuato convessità del 3°arco inferiore sinistro del profilo cardiaco. risp al più presto grazie
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, dai dati da lei riportati, risulta che suo padre abbia avuto una certa ischemia miocardica, evidenziata sia dall'innalzamento degli enzimi cardiaci specifici, sia dalla ridotta motilità di alcuni segmenti della parete cardiaca. A ciò se aggiungiamo altri fattori di rischio come la dislipidemia mista, risulta chiaro che suo padre oltre ad una accurata terapia farmacologica, debba attuare delle sostanziali modifiche di vita, soprattutto per quanto riguarda il regime alimentare, ed essere avviato ad effettuare esame coronarografico a breve.
Saluti
[#15] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille dottore ma si può guarire da questa malattia?
E quando gli faranno l'esame delle coronarie dovrà stare a riposo x sempre?
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La coronaropatia è una patologia cronica legata, quasi sempre, ad un processo aterosclerotico (cronico)localizzato che va curato, ma non di certo eliminato. La ripresa funzionale dell'individuo è nella maggioranza dei casi, davvero soddisfacente con un pronto recupero alla vita di relazione.
Saluti
[#17] dopo  
Utente 529XXX

Iscritto dal 2007
scusate x il disturbo a mio padre gli è stata prescritta la cura con questi farmaci: ASA 100mg/die;
isosorbide mononitrato 20 mg Ramipril 10 mg
Atenololo 100 mg
atorvastatina 40mg
pantoprazolo 40mg
carvasin 5 mg
Ora mio Padre è 1 giorno ke ha mal di testa, parte dalla sommità fino alla nuca. Può essere causato da qualke farmaco di questi rispondetemi al più presto la ringrazio x la sua disponibilità e il fatto ke sn molto preoccupate rispondetemi grazie ANCORA!!!
[#18] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Tra i farmaci prescritti a suo padre, i nitroderivati sono senza alcun dubbio quelli più facimente imputabili di recare cefalea. Ne parli con il collega che sta seguendo il caso, on line è deontologicamente scorretto consigliarle eventuali cambi terapeutici.
Saluti