Utente 105XXX
Gentili medici, nell'ottobre 2008 e nel febbraio 2009 ho notato tracce di sangue nello sperma, in entrambi i casi l'andrologo mi ha sottoposto e dei controlli dicendomi di stare tranquillo che non avevo niente.
Qualche giorno fa (10 marzo), mi è venuta una forte cistite e contemporaneamente mi è gonfiato il testicolo sinistro, dopo una cura di antibiatici il testicolo mi è sgonfiato e l'andrologo mi ha prescritto 20 gg. di DELTACORTILENE e di REPARIL.
Vorrei sapere però a cosa potrebbe essere dovuto un rimpicciolimento dei testicoli ed il fatto che il mio sperma risulta affatto denso, visto che l'andrologo continua a dirmi di stare tranquillo che non ho niente?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
da chiarirte la natura della infimmazione testicolare anzitutto: postparotitica? Batterica?. Poi la sede: epididimo? didimo?. Come vede è un problema spinoso, anche per gli effetti che sta avendo su di lei. Direi che un ecodoppler scrotale, un esame seminale ed un consulto dallo stesso o da altro collega è imperativo. Faccia sapere se vuole.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,da quanto scrive solo un testicolo si e' gonfiato,e , successivamente,rimpicciolito.Purtroppo l'orchite comporta fatalmente un ridimensionamento volumetrico piu' o meno importante che puo' dare luogo ad un minore potenziale di fertilita' ma non ad una modifica visibile della densita' dello sperma.Ho la sensazione che non sia seguito da un andrologo dedicato,altrimenti non ci porrebbe dei quesiti simili.Controlli la fertilita' con uno spermiogramma eseguito presso un laboratorio specializzato.Cordialita'.