Utente 926XXX
Salve! a seguito dei continui fastidi urinari (bruciore e sensazione di vescica sempre piena anche in assenza di urina, minzione frequente e stimolo continuo di andare in bagno anche con poca urina), sintomi affatto non gravi, ma comunque fastidiosi, il medico di base mi ha consigliato una visita andrologia che ho effettuato questa sera a Siena da un noto urologo-andrologo. All' esplorazione rettale ho avvertito un forte dolore accompagnato da bruciore intenso al glande e stimolo a urinare, il dolore si è protratto per diverse ore e secondo lui trattasi di prostatite. Non mi rendo conto il perchè in quanto all' ecografia (prescritta dal medico di base prima) risulta che ho le pareti del trigono vescicale ispessite "verosimilmente su base flogistica" e la ghiandola prostatica "simmetrica e di dimensioni lievemente aumentate", ma il medico di base controllando le immagini ecografiche mi ha sempre scongiurato una prostatite. Invane le terapie antibiotiche, l' urologo citato mi ha prescritto un esame del liquido seminale con coltura e ricerca patogeni + urinocoltura sul primo getto. Anticorpi anti>Clamydia Trachomatis IgG DUBBIO (valore borderline) ma tampone uretrale per ricerca mts negativo (effettuato a distanza di terapia antibiotica), urinocolture debolmente positive per e.coli (20.000 UFC./ML) ed enterococco faecalis, eseguite a distanza di terapia antibiotica e scartando il primo getto. Intanto il medico visto una epatomegalia durante l' esame ecografico mi ha prescritto una tac con contrasto addome superiore per lo studio del fegato, dicendo che è solo proprio per metterci l' animo in pace ma gli esami del fegato vanno bene, potrebbe benissimo dice essere un fatto legato all' alimentazione. Visto lo stato psicologico attuale che mi impedisce di avere attività sessuali VORREI QUINDI SAPERE SOLO SE QUESTO ESAME DELLO SPERMA E ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE OPPURE POSSO SOLO FARMI CONSIGLIARE ALTRO ANTIBIOTICO E POI DATEMI DEI CONSIGLI SU COME PREVENIRE LE INFEZIONI A CARICO DELL' APPARATO URINARIO SOSTENUTA DA ENTEROBATTERI. _ GRAZIE!!!



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
ho visto il suo ricco storico relativo al problema. Per cui mi consenta di rimanere sul generico non avendo di qua la posswibilità di entrare nel m,erito specifico di situazione tanto complessa. Per quanto riguarda alimentazione: beva molta acqua, eviti piccanti, thè, caffe, alcooolici, fumo, cioccolato, insaccati. Per quanto riguarda esami mi rimetto a quanto indicato dal collega che l' ha visitata in diretta.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

per una valutazione sulla possibile esistenza di una Prostatite batterica l'esame seminale e la sua coltura sono indispensabili ( è la prostata che produce una buona parte del liquido seminale!)
Segua i consigli del suo specialista. Non capisco la TAC. Perchè?
cari saluti
[#3] dopo  


dal 2010
Sì, la tac riguarderebbe il fegato, dice il medico tanto per mettere l' animo in pace, ma non è indispensabile perche il fegato funziona, è per rassicurami sulle mie paure e soprattutto a causa della continua sensazione di gonfiore quando inspiro sul lato destro con sensazione di "tiramento" e difficoltà digestive, inoltre mi sento sempre pesante su quel lato e sento bucare spesso il fegato dopo mangiato, in più alle volte vado a diarrea (colite?). Quanto alla sospetta prostatite, vorrei sapere quali batteri vengono rilevati attraverso questo esame di spermicoltura e ricerca patogeni, in più appatto di farlo, posso recuperare l liquido seminale nell' apposito flacone a casa oppure devo effettuare l' operazione di masturbazione e prelievo in sede??. Ho notevoli difficoltà a masturbarmi in questo periodo stressato, è per questo che volevo sapere...... ma una terapia antibiotica un pò più forte, magari in iniezione, senza stare a fare questo esame, non può bastare??, mi dica inoltre sull' esame del primo getto che mi ha detto il dottore che servirebbe per la prostata. _ GRAZIE!!!