Utente 772XXX
Buonasera. Qualcuno sa dirmi perché è poco usato l'accesso basopenieno anziché sottocoronale negli interventi di corporoplastica onde evitare gli edemi del prepuzio (come a me è successo) e la circoncisione? Qui ho letto i pareri a favore di questo metodo:

http://www.chirurgiapeniena.it/pene-curvo/penecurvo.htm
http://www.patriziovicini.it/incurvamenti_penieni_congeniti.html

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
l'accesso lateroinferiormente al pene con eversione dei corpi cavernosi (o accesso secondo Tom Lue) è un accesso tecnicamente utilizzabile per chirurgia a livello della base del pene, e fino a metà asta. Per chirurgia del terzo distale del pene (e anche del terzo medio) non è molto vantaggioso in quanto non permette una buona uce operatoria, e conseguentemente una correzione chirurgica pienamente controllata. In questi casi è decisamente preferibile l'approccio distale sottocoronale con circoncisione consensuale.
[#2] dopo  
Utente 772XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,
ma perché il taglio è stato effettuato oltre metà asta? Io non sono un medico, ma dalle foto, che se vuole posso iviarle via e-mail, mi sembra che nel mio caso la massima curvatura era prima della metà del pene...
Inoltre c'è stata un'ipercorrezione e ora il pene devia verso l'alto di circa 30°...
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Questi sono quesiti che dovrebbe porre direttamente a chi ha effettuato l'intervento chirurgico.